Conservare le verdure di stagione: a maggio cipolline in agrodolce

Le conserve sono un’ottima soluzione per racchiudere i sapori degli alimenti e far sì che perdurino nel tempo. Il modo migliore per esaltare al massimo i sapori è quello di utilizzare i prodotti di stagione e per questo mese di maggio proponiamo una conserva che vede le cipolline come protagoniste.

Le cipolline in agrodolce sono davvero semplici e veloce da preparare; si mangiano sempre volentieri sia nelle calde cene estive che durante l’inverno e si possono servire sia calde che fredde, come antipasto o come accompagnamento di piatti a base di carne.

Sono inoltre economiche da preparare e il risultato vi renderà di sicuro orgogliose. Gli ingredienti necessari per preparare le cipolline in agrodolce a casa sono i seguenti: 3 kg di cipolline, 3 l di aceto di vino bianco, 3 bicchieri di zucchero di canna, 3 bicchieri di olio di oliva, 500 ml di acqua, qualche grano di pepe nero e 3 foglie di alloro, ovviamente potete diminuire le dosi – sempre mantenendo le proporzioni – a seconda delle vostre necessità.

Procedimento: sbucciate, lavate e mettete ad asciugare su un panno le cipolline; mettete l’olio in una casseruola e aggiungete lo zucchero lentamente e mescolate il tutto. Dopo pochi minuti iniziate ad aggiungere anche l’aceto continuando a mescolare, lasciate sfumare per 2 minuti circa e poi aggiungete le foglie di alloro e i grani di pepe. Coprite e portate a bollore, a questo punto aggiungete le cipolline e lasciate cuocere a fuoco lento per 5-10 minuti, finché non risulteranno al dente, mescolando di tanto in tanto. Spegnete e togliete le cipolline dal liquido, mettetele a raffreddare a parte e aspettate che si freddi anche il liquido di cottura. A questo punto invasate, ricoprite col liquido di cottura, chiudete ermeticamente e conservate al buio. Lasciate passare almeno un mese prima di consumarle.

Ricerca personalizzata