Dolores O’Riordan, una morte che lascia nel dubbio. Gli amici: “Era depressa”

Dolores O'Riordan

Dolores O’Riordan, cantante dei Cranberries, è morta nelle ore scorse a soli 46 anni. Ed esattamente come accaduto ad altre rockstar, anche la sua morte lascia tutti un po’ perplessi. Prima di tutto perché la causa del suo decesso non è ancora venuta a galla.

C’è chi ha parlato di un cancro tenuto nascosto, tanto più se si considera il fatto che l’ultimo tour della band era stato annullato per via di problemi alla schiena della cantante. Ma c’è anche chi parla di suicidio, soprattutto perché Dolores soffriva da molti anni di depressione. Quel che si sa è che la cantante è stata trovata senza vita in una camera dell’Hilton di Park Lane, a Londra.

Al momento l’ipotesi più accreditata è quella del suicidio visto e considerato che l’artista, oltre ad essere “terribilmente depressa”, come ha rivelato una persona a lei vicina al Daily Mail, aveva già tentato il suicidio nel 2013. Inoltre fu proprio lei a parlare in diverse interviste dei suoi problemi mentali, degli abusi subiti da bambina, della dipendenza dall’alcool e quant’altro. E dell’anoressia, che la buttò giù anche quando stava vivendo un momento piuttosto felice della sua carriera.

Negli ultimi anni la vita di Dolores sembrava aver ripreso tono, soprattutto grazie alla nascita dei suoi tre figli. Ma niente, per Dolores la sofferenza continuava ad essere troppa. Una sofferenza, la sua, che potrebbe aver avuto qualche nesso anche con la carriera. Ma anche qui, nulla è certo. Persino il suo stesso entourage non sa spiegarsi questa morte giunta così d’improvviso, a riprova di come i dubbi siano ancora parecchi e che di suicidio non si possa ancora parlare al 100%.

Ricerca personalizzata