Eddy Anemian vince la H&M Design Award 2014

Dopo Stine Riis, che ha vinto nel 2012 e Minju Kim nel 2013, e ora è il turno di Eddy Anemian, 24 anni, studente all’istituto La Cambre di Bruxelles, è il vincitore dell’H&M Design Award 2014.

Il giovane designer francese ha trionfato su altri otto semifinalisti provenienti da scuole di moda di alto livello. Appena ricevuto il premio, ha dichiarato che il suo sogno è quello di fondare un brand, che adesso, grazie al premio, avrà la possibilità di realizzare. Anemain ha ricevuto 50.000€ e la possibilità di mostrare la sua collezione il 28 febbraio, durante la Fashion Week di Stoccolma sulla passerella della Mercedes-Benz Stockholm Fashion Week. Inoltre la sua linea sarà venduta il prossimo autunno in una selezione di negozi H&M in tutto il mondo, con tanto di etichetta creata ad hoc.

Eddy Anemian ha impressionato la giuria, formata dallo stilista Erdem, dalla protagonista di Downton Abbey Michelle Dockery e dalla fashion editor di Vogue Italia Sara Maino, con la sua collezione ready-to-wear ispirata dal personaggio di Tilda Swinton nel film “Io sono l’amore” e al pittore neoclassico Ingres. L’ispirazione quindi? Tutta italiana. «Ho cercato di trasporre nei miei vestiti il passaggio dall’opulenza dei saloni alla luce del verde, dove la protagonista sceglie di vivere, traducendo allo stesso tempo il suo progressivo abbandono degli abiti perfetti e rigorosi delle prime scene in favore dei pantaloni e delle bluse morbide e leggere del finale», questo il commento del designer. Ogni pezzo, che, in apparenza, può sembrare piuttosto lineare e sobrio, è in realtà ottenuto cucendo assieme centinaia di fettucce di tessuto tagliate e poi riassemblate, in modo da creare volumi compatti e frastagliati.

La sua collezione, elegante e folle, basata su una vasta gamma floreale ha fatto trionfare la nuova couture. Per i tessuti, accanto al bianco e nero e al color carne, Eddy sembra prediligere le stampe fiorate, quelle dai toni più cupi e saturi. “Le creazioni di Eddy sono splendide, con silhouette raffinate e tecniche tessili molto interessanti. Non vedo l’ora di scoprire le sue prossime collezioni. Sono certo che avrà un futuro davvero radioso”, ha detto lo stilista Erdem.

Quando ero solo un ragazzino che sognava di fare lo stilista, il mio idolo era Christian Lacroix con la sua couture sontuosa e spettacolare“, racconta lui subito dopo la sfilata. “Oggi amo moltissimo il modo in cui Raf Simons con Dior sta portando l’alta moda in strada, rendendola davvero portabile. Vorrei che la mia moda fosse così, che venisse percepita come qualcosa di adatto tutti i giorni a prescindere dall’occasione“.

Ann-Sofie Johansson, capo creativo del design di H&M, ha espresso il suo parere su Eddy: “Tutti i giudici si sono innamorati della collezione di Eddy, sia per il romanticismo che appare quando viene indossato, sia per la straordinaria abilità del suo lavoro. È un degno vincitore, e una nuova stella luminosa per il futuro della moda.”

Ricerca personalizzata