Esce Dallas Buyers Club, storia vera con un McConaughey da Oscar

Dopo Nebraska di Alexander Payne e l’ultimo capolavoro di Martin Scorsese, campione d’incassi, The Wolf of Wall Street, il mese di gennaio continua a regalarci film da Oscar. Questa settimana arriva nelle sale italiane Dallas Buyers Club di Jean Marc-Vallée. Candidato a sei premi Oscar, tra cui quelli per i miglior interpreti protagonista e non (Matthew McConaughey e Jared Leto) già praticamente vinte, il film è tratto dalla storia vera, risalente alla fine degli anni ottanta, di Ron Woodroof, un cowboy texano, omofobo e alcolizzato, al quale viene diagnosticato l’HIV. Con una prognosi di trenta giorni di vita e un attaccamento spassionato alla vita, Ron decide di curarsi con farmaci sperimentali, vietati negli Stati Uniti, e con l’aiuto di una drag queen sieropositiva, mette in piedi un gruppo di acquisto per importarli dal Messico.

Anche I segreti di Osage County è candidato a due premi Oscar, per le interpretazioni di Meryl Streep e Julia Roberts che in questa black comedy di John Wells, tratta dalla pièce teatrale di Tracy Letts, sono rispettivamente una madre e una figlia legate da un rapporto di amore e odio che si ritrovano, dopo anni, all’indomani di un lutto. La forzata vicinanza della famiglia fa venire a galla segreti, rancori e conflitti a lungo tenuti nascosti, trasformando una riunione familiare in una guerra di tutti contro tutti.

i segreti di osage county

Dalla Francia arriva Belle & Sebastien, grande successo oltralpe firmato da Nicolas Vanier, trasposizione di grande successo oltralpe del racconto nato dalla scrittrice francese Cécile Aubry, già adattato per il piccolo schermo come cartone animato. E’ la storia di Sebastien, un bambino rimasto orfano dopo la seconda guerra mondiale, che trova conforto e affetto nell’amicizia straordinaria con Belle, un bellissimo e tenero esemplare femmina di cane dei Pirenei.

belle e sebastien

Per il cinema italiano è stato un mese all’insegna della commedia, sulla scia di questo trend assolutamente positivo anche negli incassi, arriva in sala La gente che sta bene di Francesco Patierno, commedia brillante e cinica con Claudio Bisio, Margherita Buy e Diego Abatantuono, tratta dall’omonimo romanzo di Federico Baccomo, che ha anche curato la sceneggiatura. Nel mondo dell’alta borghesia milanese, tra gente che cerca di sopravvivere alla crisi mantenendo il successo con ogni mezzo, c’è Umberto Borlone, spietato avvocato che insegue il successo ad ogni costo senza guardare in faccia nessuno. Il licenziamento improvviso, ad un passo dal trionfo, lo costringe ad una lotta tragicomica per ritornare in cima. Ma tra insidie, batoste e tradimenti, la vera conquista sarà la scoperta di un nuovo se stesso.

la gente che sta bene

Fatiche e amori di Ercole, il principe semidio (interpretato da Kellan Lutz) protagonista di Hercules: la leggenda ha inizio, kolossal “sandalone” (o sword and sandal, per dirla all’anglosassone) dove l’eroe mitologico figlio di Zeus sarà messo di fronte a un bivio: fuggire con Hebe, l’amore della sua vita, o andare incontro al proprio glorioso destino e diventare il più grande eroe di tutti i tempi. Nasce da una costola di Paranormal Activity, l’horror Il segnato di Christopher Landon, unico spin-off ufficiale del franchise di Oren Peli. In una comunità latino-americana della California, un giovane marchiato da un morso non umano viene perseguitato da oscure e misteriose forze maligne, dalle quali amici e famiglia cercano di salvarlo.

hercules

Infine per i nostalgici della vecchia serie esce, per soli due giorni l’1 e il 2 febbraio, Dragon Ball Z: la battaglia dei Dei, ultimo capitolo del popolarissimo cartone animato che vedrà Goku impegnato in una difficile lotta contro il potente dio della distruzione Bills. Per farlo dovrà raggiungere il livello di Super Saivan God, mai avuto prima.

Ricerca personalizzata