Frutta di stagione: cosa acquistare a Gennaio

La frutta di Gennaio è anch’essa molto varia, così come la verdura. Si trovano in questo mese una coloratissima varietà di agrumi- mandarini, arance, mandaranci e pompelmo – insieme ad ananas, kiwi, mango, mele, pere, avocado e banane.

Gli agrumi, in generale, sono i nostri alleati per l’inverno: hanno un forte potere idratante e sono ricchi di vitamina C, aiutandoci a difendere il nostro organismo dal raffreddore.

Il mango è un frutto esotico originario dell’Asia, in particolar modo se ne produce ed esporta un grandissimo quantitativo in India. La buccia è sottile e liscia e può essere di colore completamente verde, gialla o rosso acceso; la polpa è succosa e profumata, compatta, di colore giallo intenso e dal sapore agrodolce che somiglia ad un mix di pesca, ananas e arancio; il picciolo è duro, appiattito e aderente alla polpa.

Le varietà più conosciute sono Kent, Tommy Atkins, Haden e Keitt ma ne esistono almeno altre 400, che sono state catalogate in India. E’ ricco di minerali e di vitamine e in particolare vitamina A, il cui fabbisogno giornaliero potrebbe essere soddisfatto consumando un mango al giorno. Il sapore agrodolce, consente al mango di essere utilizzato sia per i piatti salati che per quelli dolci: può essere usato per guarnire torte,  nella preparazione di sorbetti e dolci oppure come accompagnamento a carne, pesce e formaggi.  In questi ultimi casi risulta utile una salsina già pronta in vasetto: il mango chutney.

Al momento dell’acquisto sono da preferire i frutti con buccia liscia, senza macchie e ammaccature, la cui polpa ceda leggermente alla pressione delle dita. Il colore, in questo caso, non indica il grado di maturazione visto che cambia a seconda della varietà. Una volta maturo, si conserva in frigo per un paio di giorni ma può essere acquistato ancora acerbo e fatto poi maturare per 3-5 giorni a temperatura ambiente.

Ricerca personalizzata