GP Turchia 2011: le dichiarazioni di John Elkann

    L’andamento generale di questo weekend in casa Ferrari è poco positivo: nella prima sessione di prove libere Alonso è andato forte, mentre Vettel ha avuto problemi seri alla auto (distrutta), ma poi al momento decisivo, la Ferrari non è pronta. Tutto sommato, è quello che è successo all’ultimo GP della scorsa stagione, quando Alonso con un vantaggio enorme sugli avversari (8 punti sul secondo e 15 punti sul terzo) al momento decisivo la Ferrari sbaglia. Lo stesso succede qui in Turchia: le Ferrari hanno dimostrato in questi GP di avere un buon ritmo gara (con gomme morbide). Il problema è lo stesso che si ripete da tre anni consecutivi: le Ferrari per vincere devono partire davanti. Queste qualifiche sottotono, costringono i piloti ad affrontare gare in salita, con una macchina che non è in grado certo di rimontare sulle Red Bull. L’unica speranza sarebbe di partire davanti e cercare di non farsi sorpassare. Invece, Alonso è sempre lì: in quinta posizione. Massa è sempre più dietro e quindi il GP domani inizierà in salita, come tutte le altre volte.

    Interessanti, invece le dichiarazioni di John Elkann che hanno suscitato già diverse polemiche. Secondo l’erede della famiglia Agnelli, le intenzioni della famiglia sono di partecipare e dare stabilità a questo sport (la F1). La frase incriminata sarebbe: “Vediamo se ci sono le condizioni per andare avanti”.

    La prima ipotesi che viene fatta è quella di un rinnovamento dello staff, ma niente di certo, trapela da queste dichiarazioni.

    Voi cosa ne pensate?

    Ricerca personalizzata