Grecia, fuori controllo deficit e debito

    La situazione è ufficialmente allarmante. 

    Non passa un solo giorno, senza che non esca fuori un dato, che dia un quadro peggiore sulla Grecia, rispetto al giorno precedente.

    E’ solo di oggi la notizia che il terzo trimestre greco segna un -4,5% del pil, rispetto allo stesso trimestre del 2009, confermando la continuazione della grave recessione in corso nel Paese.

    Già, commentando questo dato, si era rilevato come esso abbia influito sul calo delle entrate fiscali negativamente.

    Ebbene, le ultime cifre europee certificano il disastro ellenico: il rapporto deficit/pil quest’anno si attesterà ben sopra il 15%, forse il 15,4%, smentendo le stime preliminari del 13%. Inoltre, il debito pubblico sarebbe già oltre il 126%, regalando al Paese il non invidiabile primato europeo.

    Le notizie allarmano non poco i mercati, dopo i dati congiunti con la situazione portoghese e irlandese, con simili storture.

    L’annuncio minaccioso del Portogallo di uscire dall’euro rafforza i dubbi sui mercati sulla tenuta dell’area Euro.

    Ricerca personalizzata