Honda su Facebook: “Da gennaio giocherò al Milan”. E pubblica la foto

Negli ultimi due mesi una enorme onda anomala ha portato via le ultime certezze in casa Milan. Allegri va via, Balotelli forse. Barbara “caccia” Galliani, o meglio, Galliani si dimette per “giusta causa”; ma poi Berlusconi senior smentisce tutto e decide che il suo braccio destro deve restare lì. Rimane? Forse. Caos.

Così ieri, nel pomeriggio, è arrivata un’altra onda, a contrastare quella devastante dell’ultimo periodo. L’onda in questione, in realtà, ha anche un nome, tutto orientale: Kesuke.
Kesuke Honda, l’amore estivo di un Milan spento e sempre più in crisi, ha annunciato attraverso i social il suo approdo in rossonero da gennaio.

Sul giapponese erano state dette tante (troppe?) cose. La trattativa, estenuante, è iniziata a Maggio e si è conclusa con un nulla di fatto il 2 di Settembre.
Quando, in un pomeriggio di primavera, erano iniziate ad uscire le prime indiscrezioni Galliani aveva subito frenato, mettendo un po’ le mani avanti. “Non so nulla, vedremo.”.

Poi nel periodo di Giugno-Luglio il momento clou della trattativa. I giornali sportivi non parlavano d’altro: “Honda-Milan, ci siamo.” oppure “Milan, goditi Honda!”.
I dirigenti del Milan in Russia ogni due giorni per trattare e un Galliani sempre più ottimista avevano fatto sperare in una rapida conclusione della trattativa. Ma niente.

Infatti, dopo tante smentite, ai primi di agosto Galliani e il Cska hanno annunciato la fine della trattativa, rimandando il tutto a Gennaio. Ma si sa, Galliani ha un debole per i colpi dell’ultimo momento e così a fine Agosto ha provato a riaprire il tavolo della trattativa. Esito positivo, ma solo in parte. “Probabilmente arriverà a Gennaio.”. Tifosi delusi per un calciomercato al risparmio e ambiente sempre più teso.

E ora, nel periodo di massima crisi della gestione Allegri, Honda annuncia che da Gennaio indosserà la casacca rossonera. Porterà giovamento a una squadra in evidente difficoltà?
Forse per superare la crisi servirebbe un vero e proprio tsunami, ma per ora a Milanello si accontentano di un’Honda.

Ricerca personalizzata