È stata una partita sottotono, quella giocatasi tra il Manchester United e l’Ajax a Stoccolma. Un gioco realizzato con un umore piuttosto basso dovuto a quanto accaduto nei giorni scorsi a Manchester. Come lo stesso Mourinho ha dichiarato: si è trattato di una partita senza felicità. Ciò nonostante lo scontro tra le due squadre c’è stato e con una vittoria per 2-0 lo United ha vinto l’Europa League aggiudicandosi un posto per la prossima Champions.

La partita è iniziata con un minuto di silenzio ed il segno di lutto al braccio della squadra del Manchester. Un momento di unione in cui tutto lo stadio ha cantato per Manchester, ancora sotto shock per l’attentato avvenuto dopo il concerto di Ariana grande e che tra le tante vittime ha visto anche giovanissimi e bambini.

Dopo il consueto fischio di inizio, l’aria ha iniziato a riempirsi di energia sportiva e le tifoserie hanno ripreso a cantare solo per le proprie squadre decretando così il vero e proprio inizio dello scontro al quale tutta la squadra del Manchester ha assistito, infortunati compresi. Tra essi non è ovviamente mancato Ibrahimovic seppur ancora in stampelle.

A segnare il primo goal, dopo un inizio piuttosto spento da parte dell’intera squadra, è stato Pogba. Un vantaggio che seppur minimo è stato mantenuto per tutto il primo tempo, raggiungendo poi il 2-0 grazie a Mkhitaryan che con una rovesciata ha segnato il gol decisivo portando la squadra alla vittoria. Una partita che avrebbe potuto terminare anche con un punto in più di vantaggio per via di un gol solo sfiorato ma che, alla fine dei conti, ha dato al Manchester ciò che gli serviva per aggiudicarsi la coppa dell’Europa League.

Fonti: Immagine presa da ansa.it