Incinta di otto mesi, muore fulminata: usava il cellulare nella vasca da bagno

ambulanza

Da diverse ore non rispondeva al cellulare, per cui il marito, dopo aver insistito per un po’, non ha potuto far altro che tornare verso casa a controllare cosa stesse succedendo.

Il suo timore era che la moglie 21enne, incinta all’ottavo mese, avesse accusato un malore e non avesse modo di chiedere aiuto a qualcuno essendo sola e isolata. Giunto a casa ha quindi sfondato la porta dell’abitazione e si è messo alla ricerca della compagna, che ha poi trovato morta nella vasca da bagno, con tutta probabilità folgorata dal suo smartphone.

La vicenda si è consumata il 31 dicembre scorso a Saint Martin d’Hères, località vicina a Grenoble, in Francia.

Stando a quanto si apprende, l’uomo si sarebbe allontanato da casa giusto per fare qualche commissione. Dopo di che avrebbe cercato di contattare la moglie a suon di telefonate, ma a forza di non ricevere risposte sarebbe tornato indietro per controllare che fosse tutto apposto. A quel punto, dopo aver sfondato la porta, si sarebbe imbattuto nel cadavere della moglie rimasto lì, immobile nella vasca da bagno.

I soccorsi hanno successivamente accertato la morte della donna a causa di un arresto cardiaco. La polizia sospetta che la causa di tutto ciò sia da ricondurre al telefono cellulare, rimasto in carica, che la donna stava usando dalla vasca da bagno. In sostanza sarebbe stato un cortocircuito ad ucciderla sul colpo. Il marito è ora sotto choc, incredulo del fatto che la moglie possa essere morta fulminata, peraltro con suo figlio in grembo.

Ricerca personalizzata