Istat: fiducia consumatori rimbalza a novembre

    Una rondine non fa primavera, ma ben vengano in questi tempi difficili i dati macroeconomici positivi. E’ il caso dell’indice di fiducia dei consumatori che, stando alle rilevazioni a cura dell’Istituto Nazionale di Statistica (Istat), nel corrente mese di novembre del 2011 è aumentato a quota 96,5 rispetto al precedente valore di 93,3. L’incremento è frutto di un progresso diffuso dei vari sotto indici, a partire dal sentiment sul clima economico generale, e passando per l’indicatore dell’Istituto di Statistica che misura la situazione personale dei cittadini interpellati.

    Stessa musica anche a livello geografico, con l’indice di fiducia dei consumatori di novembre 2011 che è aumentato in tutte le aree del nostro Paese ed in maniera più marcata nel Centro Italia e nelle Regioni del Mezzogiorno. Riguardo ai dati Istat, intanto, Elio Lannutti e Rosario Trefiletti, rispettivamente Presidenti delle Associazioni Adusbef e Federconsumatori, ritengono che le rilevazioni sull’indice che misura la fiducia dei consumatori siano fin troppo ottimistiche per essere reali.

    Insomma, è ancora presto per cantare vittoria specie se si considera che sono in arrivo i nuovi sacrifici, quelli che dovrà mettere in atto il nuovo Governo del Premier Monti per farci rimanere in Europa. Adusbef e Federconsumatori parlano infatti di una crisi che continua e che opprime le famiglie, ragion per cui c’è bisogno di azioni, di misure e di provvedimenti per rilanciare l’economia spingendo i consumi attraverso il recupero del potere d’acquisto da parte delle famiglie italiane. Altrimenti è lecito scommettere purtroppo per il nostro Paese il passaggio dalla stagnazione alla recessione economica.

    Ricerca personalizzata