La grande bellezza delle spiagge d’Italia

Nel momento di transizione tra inverno e primavera, quando i raggi del sole iniziano a colorare il cielo e il grigiore invernale inizia, invece, a soffocare, la mente porta irrimediabilmente a proiettarci nel periodo vacanze. E che sia una settimana, un week end o una semplice giornata al mare, le aspettative sono in crescendo.

Per godersi al meglio l’esiguo tempo a disposizione che la maggior parte degli italiani ha, occorre essere informati. L’Italia infatti, con il suo clima mediterraneo e gli oltre settemila chilometri di costa, si rende una delle mete più complete e apprezzate per il periodo estivo.

E così, partendo dal profondo sud, la Sicilia diventa un’esplosione di colori e sapori illuminata dal sole e dal calore dei suoi ospitali abitanti. Tra le spiagge più particolari, Cala Rossa, sull’isola di Favignana, che deve il nome storico al sangue cartaginese versato in quelle acque durante la prima guerra Punica. Un territorio selvaggio che, con la limpidezza delle sue acque e la tranquillità dei suoi paesaggi, ammalierebbe chiunque. E dalle Isole Egadi, si passa a Lampedusa, che po’ ben vantare la nota Spiaggia dei Conigli: sabbia bianca, acqua trasparente, probabilmente il paradiso in terra. E dato che il tour Siciliano non può stancare, come non citare la splendida Scala dei Turchi agrigentina: una scalinata creata dalla natura nella candida falesia, la rendeva un dolce riparo per i Turchi. Lo resta degnamente, tutt’ora per gli italiani e non.

Con un balzo a destra poi, sarà possibile apprezzare le bellezze offerte dalla Calabria, prima fra tutte Marina dell’Isola, in provincia di Vibo Valentia: la costa rocciosa affacciata sul Tirreno, la rende una delle meraviglie a disposizione dei cinque sensi.

E quando il dolce suono della pizzica salentina chiama, il turista deve rispondere. La bella Puglia, che dal Gargano in giù non ha nulla da invidiare, lascia da sempre senza fiato per i suoi scenari idilliaci. La Baia delle Zagare, nell’area del Parco Nazionale del Gargano, resa perfetta proprio dal profumo dei fiori che si fonde con quello del mare, è una tappa obbligata per chi è a zonzo nella regione. Una località con altre due degne rivali: la splendida Torre dell’Orso, con le immense pinete a fare da cornice ai due faraglioni gemelli che spuntano tra le acque e la caraibica Marina del Pescoluse, meglio nota come le “Maldive del Salento”, caratterizzata da bassi fondali e sabbia bianca.

Se poi alla tranquillità offerta dalle paradisiache spiagge, si vuole unire la movida notturna, la Sardegna resta la meta ideale: Cala Mariolu, l’onirica spiaggia che prende il nome dalla presenza della foca monaca, ladra, appunto, di pesce, e Cala Spinosa, nella località di Capo Testa, nascosta da costoni di roccia granitica, che la rendono un tesoro di nicchia.

E dall’altro lato, la Campania non si tira indietro e sfoggia bellezze come Cala Bianca, nel Parco Nazionale del Cilento, o Marina Piccola, la splendida baia protetta da una parete rocciosa e raggiungibile solo percorrendo la famosa via Krupp, un sentiero costituito da tornanti, che renderà la meta ancora più dolce.

Arrampicandosi lungo la penisola, anche il Lazio e la Toscana dicono la loro: il primo con la lunare Chiaia di Luna, la cala raggiungibile solo via mare, in grado di stupire soprattutto all’ora del tramonto, quando la luce all’imbrunire, incontra il tufo bianco della scogliera. La seconda regione, dai mille stimoli culturali, sorprende, invece, con la splendida Fetovaia, la spiaggia più bella dell’Isola d’Elba, che farà godere l’olfatto, con il profumo delle ginestre in fiore e gli occhi, con il suo paesaggio selvaggio e suggestivo.

Non resta adesso che preparare le valigie. Una vita in questi posti, forse, può bastare.

Ricerca personalizzata