Le opere d’arte italiane che twittano. Massimo Bray promuove il 2.0

Tra i 500 milioni di utenti attivi su Twitter, vengono inseriti utenti un po’ particolari. Si tratta di quadri, statue, sculture che rappresentano la ricchezza culturale del nostro Paese tramutate in account interattivi sui Social Network. Il progetto è stato realizzato dal Ministero dei beni culturali che si adegua all’era del 2.0. con lo scopo di promuovere turismo e cultura anche attraverso la tecnologia.

Paolina Borghese, i Bronzi di Riace distinti in Bronzo A e Bronzo B, Federico da Montefeltro duca di Urbino dipinto da Piero Della Francesca, Carolina D’Asburgo sovrana del Regno di Sicilia e Napoli nel ritratto di Anton Raphael Mengs, L’ombra della sera la statuetta etrusca conservata a Volterra, sono solo alcuni degli account che si trovano su Twitter che interagiscono e scherzano tra di loro. Discussioni divertenti come quelle del Bronzo A che critica L’ombra della sera di essere troppo magra e Paolina Bonaparte che definisce lo stesso uno “sciupastatue”, ma anche ricche di proverbi in greco e vicende storiche per promuovere la cultura nel nostro paese.

Il Ministro Massimo Bray interagisce e ritwitta i post di questi account per renderli maggiormente visibili e farli conoscere perché alcuni di loro ancora sono poco seguiti. Una bellissima iniziativa in quanto la promozione viene fatta sempre di più sul web e in particolar modo sui social network, la nuova piazza dell’era 2.0., dove sarà più facile stimolare gli utenti, trasmettere cultura e animare dibattiti.Un nuovo modo di fare promozione turistica e culturale delle nostre città e renderle competitive nel panorama internazionale. Il Bel Paese è ricco di storia e arte ed è giusto valorizzarlo, anche con un tweet.

Ricerca personalizzata