Lo sbiancamento dei denti

Alzi la mano chi non sogna di avere un sorriso smagliante….! Tutti vorremmo avere dei denti bianchissimi per sfoggiare il miglior sorriso. Ma oggi è possibile, e vi diremo cosa fare.

Sbiancamento dentale? E’ molto meno peggio di quel che si pensa!

Lo sbiancamento dei denti è una pratica che si può fare a domicilio o dal dentista. In entrambi i casi si tratta di schiarire lo smalto dei denti attraverso l’utilizzo di un gel a base di perossido di idrogeno (o acqua ossigenata). L’operazione naturalmente è indolore, pertanto chiunque può sottoporsi a questo trattamento e ottenere una dentatura bianca e lucida. Proprio così: che siamo persone particolarmente sensibili al dolore, che siamo antagonisti della sola parola “dentista”, che rifuggiamo i lettini di ospedali e ambulatori, non c’è ragione per cui preoccuparsi, perché questo tipo di pratica è assolutamente innocua. Garantito!

Lo sbiancamento “alla poltrona” avviene, tra l’altro, in una o al massimo due sedute. Il dentista applicherà sullo smalto un gel viscoso ad alta concentrazione di perossido di idrogeno. I denti vengono esposti ad una luce particolare che ha la capacità di far penetrare meglio la sostanza. Et voilà, tutto si conclude lì! La seduta dura da mezz’ora fino ad un massimo di 90 minuti. Questo dipende dallo stato di colorazione del dente, anche perché è evidente che un dente più macchiato richieda più tempo rispetto a un dente che si presenta tutto sommato in buono stato.

Ma come è stato illustrato precedentemente, lo sbiancamento può essere eseguito anche presso il proprio domicilio, di conseguenza anche il discorso legato alla tempistica diventa piuttosto ininfluente a fronte di questa incredibile comodità.

Ma come è mai possibile che lo sbiancamento dentale possa esser fatto direttamente a domicilio? C’è forse bisogno che il dentista venga a casa? Certo che no, anche perché è strano il sol pensare che il dentista possa venire a casa nostra per sbiancarci i denti! Semmai sarà l’utente stesso ad effettuare tale pratica, e del come farlo, non c’è di che preoccuparsi. Il dentista fornirà infatti delle mascherine apposite che riproducono la forma delle arcate, pertanto l’utente si limiterà ad applicare il gel apposito e a lasciare in posa per mezz’ora al giorno (per 5 o 6 giorni totali di trattamento, quanto meno se l’obiettivo è avere un risultato tangibile e duraturo nel tempo).

Sbiancamento dei denti: vantaggi

Uno dei vantaggi prodotti dallo sbiancamento dei denti è che questo tipo di “operazione” fornisce dei risultati nel brevissimo termine, cioè già durante le prime sedute, ed è destinato a durare per almeno 4 o 5 anni. Naturalmente se si è soliti bere caffè e fumare è chiaro che la durata sarà minore, visto e considerato che caffeina, nicotina ed altre sostanze, come per esempio la teina, sono note per avere un effetto macchia piuttosto facile. Tuttavia, anche in casi di questo genere, lo sbiancamento dei denti, pur non arrivando a 5 anni di durata, garantisce comunque una resa temporale molto lunga (che sembra ancor più tale se raffrontata all’investimento minimo che si è fatto in termini di tempo e di sforzo fisico!).

Per quanto riguarda invece gli svantaggi, ce n’è soltanto uno da segnalare, ovverosia il prezzo. In pratica il costo varia da un minimo di 400€ per arrivare a toccare i 1200€. Il costo dipende dal tipo di metodo utilizzato e dalle sedute che si effettuano. E’ vero, è indubbiamente un investimento, ma se si considera la facilità con cui avviene il tutto, e soprattutto se si considerano gli effetti sul lungo termine, ecco che il denaro speso risulterà davvero ben speso! D’altronde sfoggiare un sorriso smagliante significa darsi un “biglietto da visita” da utilizzare per il lavoro, ma anche più semplicemente da usare per entrare nel tessuto sociale e relazionale di tutti i giorni. Perché una persona bella e curata è solitamente più “accettata” rispetto a chi, invece, non ha molta cura di sé.

Ricerca personalizzata