Lupo salvato dalla Polizia municipale

    Per fortuna incontrare l’uomo sul proprio cammino non si rivela sempre un evento fatale per l’animale. E’ il caso di un giovane lupo e della brutta avventura di cui è stato protagonista, fortunatamente non vittima. Questo lupo deve la sua vita ad un gruppo di persone che collaborando hanno permesso che continuasse a vivere.

    Il luogo è Mulino dei Sassi, nel comune di Camugnano, in provincia di Bologna ed è accaduto lunedì 9 gennaio. La Polizia municipale ha effettuato un salvataggio del tutto particolare. Allertati da una segnalazione telefonica di un passante, il primo a rendersi conto della presenza del lupo, gli agenti e alcuni operatori del Centro Recupero Fauna Selvatica di Brento si sono recati presso il fiume Limentra. Qui hanno potuto costatare che nelle acque gelide del fiume vi era un lupo apparentemente privo di vita.

    I soccorritori hanno provveduto immediatamente a tirare il lupo fuori dall’acqua, il quale era in evidente stato di ipotermia e aveva gli arti posteriori semiparalizzati. L’animale che sembrava spacciato, è stato salvato dagli operatori coordinati da un veterinario, i quali hanno effettuato una lunga serie di massaggi cardiaci e una respirazione artificiale.

    Al termine dell’operazione di soccorso il lupo è stato trasportato nella sede del Cras, Centro Recupero Animali Selvatici per provvedere agli ulteriori controlli e dare al lupo le cure ad esso necessarie.

    A questo punto non ci resta che sperare che il giovane lupo si riprenda quanto prima e grazie all’aiuto degli esperti e dei volontari che ora si stanno prendendo cura di lui possa presto tornare alla sua amata libertà.

    Ricerca personalizzata