Manchester United: Evra non rinnova. Inter e Juve alla finestra

E’ una vera e propria rivoluzione quella che dovrebbe essere attuata da David Moyes a partire dalla prossima estate. Secondo i tabloid inglesi, l’erede di Sir Alex Ferguson, sembra abbia deciso di fare piazza pulita di parecchi nomi illustri, a partire da Anderson (sempre che la Fiorentina decida di esercitare il diritto di riscatto), passando per Nemanja Vidic, Rio Ferdinand e Patrice Evra (tutti e tre in scadenza di contratto) fino ad arrivare ai vari Kagawa e Buttner.

Il centrale inglese potrebbe finire negli States dove è richiesto dai Los Angeles Galaxy, mentre una particolare attenzione va sicuramente prestata all’esterno mancino francese, non tanto perché, alla soglia dei 33 anni, può ancora dire la sua anche a livello internazionale, ma perché non è assolutamente da escludere un suo approdo in Italia. Per lui si tratterebbe di un ritorno considerato che alla fine degli anni ’90 ha già giocato in C1 nel Marsala e, l’anno successivo, in Serie B nel Monza.

Oltre agli onnipresenti Monaco e Paris Saint-Germain (maglie che ha già vestito in precedenza tra prima squadra e giovanili), sul giocatore classe 1981 è forte il pressing della Juventus e dall’Inter. I bianconeri, come è noto da tempo, vorrebbero passare definitivamente al 4-3-3 in modo da riuscire a compiere il salto decisivo anche in chiave Champions League, solamente che, ad oggi, si troverebbero senza alternative valide per la corsia sinistra considerato che Chiellini oramai sembra essere più propenso a giocare centrale, mentre De Ceglie (in prestito secco al Genoa) e Peluso difficilmente potrebbero fornire le dovute garanzie. Ancora da valutare, invece, quale potrà essere il ruolo di Asamoah in questa squadra dato che il suo ruolo naturale è più quello d’incursore di centrocampo.

I nerazzurri, dal canto loro, sono ancora un cantiere aperto pieno d’incognite, soprattutto alla luce del fatto che, attualmente, non potrebbero garantire nemmeno la partecipazione all’Europa League. La cosa certa, a prescindere da chi potrà essere l’allenatore ed il modulo che esso potrà usare, è l’esigenza impellente di giocatori di spessore, meglio ancora se a parametro zero o se a prezzo di saldo.

Sfumato il centrocampista del Porto Fernando a causa del suo prolungamento del contratto con il club lusitano (stessa sorte dovrebbe capitare anche a Montoya del Barcellona) e quasi certo l’arrivo di Vidic in difesa, gli uomini di mercato di Corso Vittorio Emanuele stanno cercando elementi di spessore un po’ in tutti i reparti, ed è chiaro che un elemento come l’ex vice-Campione del Mondo del 2006 possa rappresentare un ottimo innesto vista anche la delicata situazione per quanto riguarda le corsie esterne, le quali potrebbero restare orfane di Pereira (si spera nel riscatto da parte del San Paolo), di Wallace per fine prestito e di un Zanetti oramai prossimo all’addio al calcio giocato.

Ricerca personalizzata