Marco Miccoli: “nuova Calciopoli? Renzi garantisca la correttezza”

I tifosi temono una nuova calciopoli, soprattutto gli antijuventini e per questo chiedono aiuto addirittura al neo Premier Matteo Renzi. L’attacco arriva da un deputato del PD, Marco Miccoli che dopo una giornata difficilissima per gli arbitri, con errori ovunque. Quelli più clamorosi e chiacchierati sono quelli di Torino: nel derby i granata hanno contestato a lungo per la mancata espulsione di Vidal e per il rigore non concesso per uno sgambetto in area di Pirlo su El Kaddouri. Il penalty andava concesso nonostante la caduta del centrocampista del Toro sia stata innaturale e abbia tratto in inganno Rizzoli.

Miccoli in una nota, ha dichiarato: “Quello che sta succedendo nel campionato di calcio di serie A è davvero preoccupante. Sembra di essere di fronte ad una nuova Calciopoli, con errori e favoritismi a raffica, da ultimo quelli verificatisi ieri nel derby di Torino. Per questo chiedo al nuovo presidente del Consiglio dei ministri, Matteo Renzi di verificare e garantire la trasparenza del massimo campionato italiano. Anche in presenza di tanti problemi in Italia, ritengo che assicurare la correttezza del gioco più amato non possa che dare il segno di un Paese che cambia verso, dove viene premiato il merito e non le vecchie consorterie che speravamo aver scacciato e allontanato“.

Parole molto forti che hanno il sapore di un certo astio soprattutto verso i colori bianconeri. È vero che in questa stagione ci sono stati degli episodi a favore della squadra bianconera ma non è bello rivangare ad ogni minimo errore il problema Calciopoli. Sarebbe bene parlare di arbitri non sempre all’altezza della situazione che non sbagliano esclusivamente a favore della Juventus. Gli episodi sono sempre tanti e anche ieri a Genova e a Milano ci sono stati errori macroscopici ma allora anzichè citare sempre Calciopoli perchè non ricorrere a mezzi tecnologici?

Ricerca personalizzata