Mazembe schiantato: Inter sul tetto del mondo

    [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=31wU2QMxJcU&feature=related[/youtube]

    Il 18 dicembre 2010 è già una data storica per i colori nerazzurri: l’Internazionale di Milano si laurea campione del Mondo per la terza volta nella sua storia. A contendere il trofeo alla squadra di Moratti c’era il Mazembe, squadra congolese dententrice della Champions League africana.

    Precedentemente, in semifinale, i Campioni d’Europa avevano liquidato con uno secco 3-o il Seongnam, modesta compagine coreana. E’ con un altro 3-0 l’Inter sale sulla vetta più alta del mondo.

    Nella finale di Abu Dhabi, i primi venti minuti sono fatali ai congolesi: prima Pandev e poi Eto’o approfittano dei maldestri svarioni degli africani e si portano subito sul due a zero. Il secondo tempo è un monologo nerazzurro intervallato da qualche sprazzo di Mazembe, che comunque crea troppo poco per ostacolare una solida corazzata come quella nerazzurra, ne è la prova il terzo gol di Biabiany.

    Tuttavia, come nella finale di Madrid di 7 mesi fa, c’è una punta di amarezza  nella festa generale: se nella capitale spagnola era stata generata dall’addio di Mourinho, negli Emirati Arabi è lo sfogo di Benitez a lasciare un pò l’amaro in bocca al patron Moratti. Tuttavia quello che conta è il risultato: Internazionale campione del Mondo e vincitrice del quinto trofeo stagionale, impresa riuscita soltanto al Barcellona di Xavi e Messi lo scorso anno.

    Ricerca personalizzata