Milano, mamma e figlio trovati sgozzati in casa. Fermato l’assassino

Ieri pomeriggio, nel quartiere Lorenteggio a Milano, sono stati trovati morti Libanny Meja Lopez, mamma dominicana di 29 anni e suo figlio Leandro, di 3 anni.

A trovare i due corpi, la mamma della giovane donna, che si era recata a casa della figlia per fare visita a lei ed al nipotino. Sono state poi le sue urla disperate a destare l’attenzione dei vicini che hanno subito allertato i soccorsi.

Al loro arrivo, gli inquirenti si sono trovati di fronte ad una scena del crimine che loro stessi hanno definito “raccapricciante”. I due corpi si trovavano in due zone distinte della casa, entrambi immersi in un lago di sangue. La donna è stata trovata nel soggiorno, completamente nuda, con una grossa ferita da taglio alla gola, mentre il bambino in bagno con la stessa ferita, ma con indosso il pigiama.
Al momento, comunque, gli inquirenti non si sono ancora sbilanciati sulle cause dei decessi.

I vicini delle vittime sono ovviamente sconvolti anche per la situazione del tutto inusuale che si sono trovati ad affrontare e ricordano con affetto la giovane mamma e il suo bambino.
Nelle indagini in un primo momento i sospetti erano ricaduti sul padre del bambino e convivente della donna, inizialmente irreperibile, che si è poi presentato in questura ed è stato sentito dagli inquirenti insieme ad una quindicina di testimoni.

Stamattina la svolta: fermato un salvadoregno amico di famiglia della vittima, che ha confessato il duplice delitto dopo un lungo interrogatorio davanti al procuratore aggiunto Alberto Nobili e al Pm Gianluca Prisco.

Ricerca personalizzata