Mobile World Congress 2014: terzo giorno, tempo di nuovi software

Continua il Mobile World Congress e, dopo la presentazione degli ultimi modelli di smartphone e dei device mobili, la terza giornata fieristica è stata dedicata alla presentazione di nuovi software e dei dispositivi che ne sono il supporto.

Canonical ha presentato Unbutu «un sistema che trasforma uno smartphone in un PC, inserendo il dispositivo in una docking station» ha dichiarato Mark Shuttleworth, CEO della società. Il software sarà installato sull’Unbutu Phone, uno smartphone creato con la collaborazione della spagnola Bq e della cinese Meizu, imprese di prodotti elettronici. Il dispositivo apparterà ad una fascia media, ma «al momento dell’ingresso del mercato sarà caratterizzato dalle migliori 50 app presenti» ha spiega Shuttleworth «Il sistema operativo, che supporta lo standard html 15, creerà una home screem per i contenuti di ciascuna app». L’Unbutu Phone sarà disponibile sul mercato entro la fine dell’anno e in Italia sarà acquistabile anche tramite abbonamenti con la Vodaphone e la Tim Mobile.

Lenovo ha presentato i suoi primi tre smartphone con sistema Android kitkat 4.4: l’S660, l’S850 e l’S860.
Il primo appartiene alla fascia bassa. L’S660 presenta uno schermo con diagonale da 4,7 pollici sul quale sono montate una fotocamera interna da 8 megapixel ed una interna da 0,3 megapixel. Presenta un processore quad-core 1,3GHz con una memoria di 8GB.La batteria da 3000 mAh garantisce oltre 60 ore di autonomia in stand-bye.

L’S850 è totalmente in vetro. Ha uno schermo con una diagonale da 5 pollici, accessoriato da una fotocamera posteriore da 13 megapixel e una frontale da 5 megapixel. Appartiene alla fascia media: ha un processore quad-core da1,3 GHz e una memoria di 16 Gb supportati da una batteria da 2000mAh.
La casa cinese ha stupito con l’S860, lo smartphone per i clienti più esigenti. Possiede una migliore risoluzione dello schermo che presenta una diagonale più grande di 5,3 pollici. Uguale all’S850 per processore, quad-core da 1,3 GHz, e memoria, 16 Gb, l’S860 è supportato da una batteria da 4000 mAh che permette di ricaricare altri dispositivi. Lo smartphone è stato pensato per gli uomini d’affari, così è minore la potenza della riproduzione fotografica: la fotocamera posteriore presenta 8 megapixel mentre quella anteriore è di 1,2 megapixel.

Lenovo, infine, ha mostrato il nuovo Yota Tablet Hd, che, come dice il nome, presenta una risoluzione di 1920×1200 pixel che permette di godere dei capolavori immortalati con la fotocamera posterire da 8 megapixel. Il suo sistema operativo, Android Kitkat 4.4, è supportato dal processore quad-core Qualcomm Snapdragon da 1.6GHz.

Asus ha presentato due nuovi prodotti, anzi un unico dispositivo in due versione, lo smartphone Fonepad 7 e il phablet da 7 pollici, disponibile anche con LTE. Entrambi possiedono un display di 7 pollici Ips, con risoluzione di 1280 x 800. Sono accessoriati da una doppia fotocamera Pixel Master «che attraverso l’aggiornamento del nuovo software, permette di intervenire in situazioni di scarsa luce, migliorando la sensibilità fino al 400 % e il contrasto fino al 200%» ha spiegato un delegato di Asus.

«La modalità Selfie, inoltre, permettere di scattare foto con la fotocamera posteriore indicando quante persone devono essere immortalate, cosicché il rilevatore di volti faccia tre scatti con un diverso ingrandimento per fotografare in un’unica immagine tutti i partecipanti » Fonepad 7 e il phablet hanno interessato anche per la customizzazione del sistema operativo, che permette una continua programmazione ed aggiornamento del promemoria giornaliero. L’esclusiva funzione What’s next (cosa viene dopo) fornisce un promemoria di tutte le attività in programma per la giornata con relativa notifica dei cambiamenti.

Ricerca personalizzata