Monti in America, Obama: “Piena fiducia all’Italia”

    Mario Monti, in visita negli States, ha incassato la fiducia di Barack Obama. «Le relazioni tra l’Italia e gli Stati Uniti non sono mai state più forti: Mario Monti, grazie alla sua leadership, alle sue conoscenze, alle prime decisioni del suo Governo, potrà portare l’Italia fuori dalla tempesta e condurla in un percorso di crescita a lungo termine con le riforme intraprese», ha dichiarato il presidente degli Stati Uniti. «Voglio solo dire quanto noi apprezziamo la poderosa partenza, una partenza a razzo, e le misure molto efficaci che sta promuovendo», ha poi aggiunto Obama.

    Dalle dichiarazioni del presidente, si direbbe che l’incontro con Monti sia stato un successo. Il governo tecnico continua a riscuotere consensi all’estero e Monti è, ovviamente, molto soddisfatto di ciò: «È un grande incoraggiamento per il mio Governo a continuare su questa strada e cioè verso le riforme strutturali e il consolidamento fiscale. Per quanto dolorose, queste misure sembrano essere comprese sia in questo passaggio sia credo anche dopo, qualunque cosa ci sarà dopo la mia limitata esperienza».

    Monti ha poi parlato di quali saranno le misure che attuerà Bruxelles, che dovrà impegnarsi a proteggere l’euro dalla crisi, dopo la firma del “fiscal compact”, ovvero il “pacchetto” che dovrebbe portare ad un migliore coordinamento delle politiche economiche dei paesi dell’Eurozona.

    Dopo l’incontro con Obama, Monti sarà oggi a New York, per incontrare i vertici economici e finanziari di Wall Street. Successivamente il presidente, accompagnato dal ministro degli Esteri Giulio Terzi, avrà un colloquio con Ban Ki Moon, segretario generale delle Nazioni Unite.

    Ricerca personalizzata