Tragedia nel mondo dello sport. Questa volta ad essere colpito è proprio il campione motoGP 2006 e attuale pilota della superbike, Niky Hayden che ieri, durante un allenamento con la sua bici è stato travolto da un’auto, guidata da un trentenne.

Niky Hayden ha superato la notte, ma il suo quadro clinico resta ancora molto grave. Resta ricoverato in prognosi riservata nel reparto di rianimazione dell’Ospedale Bufalini di Cesena. Medici e specialisti stanno facendo di tutto affinché le sue condizioni possano migliorare. Al momento, quello che si sa con certezza, è che il ragazzo versa in condizioni disperate.

Da quando la terribile notizie sull’incidente che ha coinvolto il ragazzo si è diffusa, in pochissime ore, si è stretto il forte abbraccio del mondo del motociclismo, di amici del campione americano con la speranza che medici e specialisti accompagnati dalla mano della Provvidenza divina compiano il miracolo.

Nell’impatto Hayden ha riportato gravi lesioni interne, una frattura alla gamba, ma quello che preoccupa maggiormente gli specialisti è l’edema cerebrale, monitorato da una sonda cranica in attesa di un intervento.

In vista del prossimo appuntamento del campionato Superbike che avverrà in data 27-28 maggio, in Gran Bretagna, il giovane campione americano non è partito per la volta dell’America, dopo la gara di Imola.

Oggi pomeriggio arriverà la madre Rose insieme ad uno dei suoi fratelli. Al suo capezzale non ci sarà il padre, perchè, per problemi cardiaci i medici hanno sconsigliato all’uomo di viaggiare. La mamma e il fratello saranno accolti da amici del ragazzo, che hanno in queste ore hanno provveduto all’ospitalità e a fornire ogni tipo di supporto qualora ce ne fosse bisogno.

Un nuovo aggiornamento sulle condizioni di salute di Niky sono previste intorno alle ore 12.00.