Pamela Prati, caos dietro le quinte di “Non è la D’Urso” tra pianti, veti e voci truccate

pamela prati

Ieri sera a “Live – Non è la D’Urso” è stato nuovamente dedicato spazio al caso Pamela Prati e a quello che sembrerebbe essere il suo matrimonio fantasma. Si è parlato quindi di queste presunte nozze e della figura di Marco Caltagirone, che per la prima volta ha rotto gli indugi e ha telefonato in diretta tv per rispondere alle domande della D’Urso.

Tuttavia, se la telefonata di Caltagirone doveva servire a rasserenare gli animi e a convincere l’opinione pubblica della trasparenza di questo matrimonio, in realtà l’operazione ha finito col sollevare più dubbi e polemiche che altro! Anche il crollo emotivo di Eliana Michelazzo non è passato inosservato, tanto è vero che fonti interne alla produzione del programma affermano che negli stacchi pubblicitari, l’agente sia stata contattata al telefono dalla collega Pamela Perricciolo e dalla stessa Pamela Prati, che l’avrebbero esortata ad andare avanti senza alcun indugio.

Ma non è tutto, perché la Aicos management pare anche che abbia messo dei paletti sulla puntata di ieri sera, ed in particolare avrebbe imposto a “Live – Non è la D’Urso” di non parlare affatto dei familiari della Perricciolo immischiati con la ‘Ndrangheta. Inoltre, la Aicos avrebbe anche vietato al programma della D’Urso di non ospitare in studio né Sara Varone e tanto meno Angelo Sanzio, le cui testimonianze hanno già messo in dubbio l’autenticità delle nozze di Pamela Prati e svelato aneddoti inquietanti sul cosiddetto “metodo Caltagirone”.

La telefonata di Caltagirone, invece, che tipo di dubbi ha sollevato? In questo caso, in molti riferiscono di aver sentito una voce automatica dire “per favore dovresti sbloccare il telefono” proprio nel bel mezzo della telefonata del presunto sposo; segno che lascerebbe supporre che il tizio che stava dall’altra parte della cornetta aveva in funzione un’app per modificare la voce in tempo reale.

Per non parlare di quanto sarebbe accaduto dietro le quinte, con Milena Miconi, Georgette Polizzi e Manuela Villa decisamente irritate nei confronti di Eliana e della sua agenzia di comunicazione: il tentativo di mostrarsi imparziali in questa discussione devono esserselo rimangiato già a dibattito concluso!

Ricerca personalizzata