PEPERONI E POMODORI RIPIENI

PEPERONI E POMODORI RIPIENI

Ingredienti

  • Peperoni
  • Pomodori
  • Riso
  • Aglio
  • Basilico
  • Olio
  • sale
  • pepe

Procedimento
Per prima cosa lessiamo il riso in acqua bollente salata. Io ho calcolato 100 gr di riso a persona. Intanto puliamo i peperoni e i pomodori. Tagliamo i peperoni nel senso della lunghezza e leviamo i semini e i filamenti bianchi. Tagliamo la calotta al pomodoro scavando la polpa con un cucchiaino e conserviamola in una scodella. Quando il riso sarà cotto, aggiungiamolo alla polpa del pomodoro conservata, uniamo un filo d’olio del sale, un pò di pepe pepe, tagliamo l’aglio a pezzettini piccoli e aggiungiamo del basilico fresco. Mescoliamo e riempiamo i nostri peperoni e pomodori.

Nella casseruola mettere un filo d’olio e mezzo bicchiere di acqua. Lasciare cuocere, controllando di tanto in tanto con una forchetta la cottura, e se serve aggiungere altra acqua poco alla volta. Una volta che i peperoni ed i pomodori si sono inteneriti spegnete, disponete su un grosso piatto da portata bagnando col sughetto e servite!

Trucchi e consigli:

  • Per far sbriciolare i blocchi di zucchero di canna indurito, non dovete far altro che mettere nella scatola una fetta di pane fresco chiudere con cura e farlo stare chiuso per più di 2 ore.
  • Per evitare che i formaggi non diventano secchi, non dovete far altro che avvolgerli in un strofinaccio imbevuto di aceto.
  • Per far cuocere rapidamente le patate, basterà infilare un chiodo nelle patate intere al forno, togliendolo a fine cottura
  • Per utilizzare il purè che è rimasto, mettetelo in un contenitore, versatevi sopra un sottile velo di latte, chiudetelo con molta cura e conservatelo in frigorifero. Così il giorno dopo potete utilizzarlo sbizzarendo tutta la vostra fantasia. Potrete realizzare delle crochette semplici, con l’aggiunta di un uovo e parmigiano, o arricchite con dello speak. O anche imbottirlo di prosciutto e formaggio e passarlo al forno.
  • Fra i consigli utili ad assorbire il cattivo odore del cavolfiore lesso ce ne sono due in particolare: aggiungete un paio di noci lavate, all’acqua di cottura, oppure versate un cucchiaio di latte nell’acqua in cui cuoce il cavolo che, in quest’ultimo caso, ne guadagnerà in sapore.

La spezia:

la noce moscata

Agli inizi del Settecento, per le sue caratteristiche di antisettico fu considerato come rimedio per oltre cento malattie. Attenua nausea e vomito, mentre il burro è efficace, per uso esterno contro i dolori reumatici e nevralgici

Tossicità durante la gravidanza

Una volta era utilizzato come abortivo, tuttavia, in ambito culinario è possibile l’assunzione in piccole quantità. Tuttavia, se consumato in alte dosi, inibisce la produzione di prostaglandine che possono influenzare lo sviluppo del feto.

Oggi questa spezia è molto usata in cucina come ingrediente di dolci, budini e creme, ma anche di puré e verdure lesse. Spesso, nella cucina italiana, viene aggiunta nei ripieni per tortellini, ravioli e cannelloni fatti a base di carne, formaggio o spinaci.

Ricerca personalizzata