I pinguini di Magellano, una specie a rischio di estinzione

I pinguini di Magellano, conosciuti anche come pinguini della Patagonia, sono uccelli che vivono lungo le coste marine meridionali dell’America del sud, ovvero in Cile e Argentina. Sono una delle 18 specie di pinguini esistenti sulla Terra e si stima che il numero delle coppie nidificanti in tutto il mondo oscilli fra gli 1,2 e gli 1,6 milioni. Una cifra che ha portato l’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura ad inserire questi animali nelle specie “quasi a rischio di estinzione”.

Se fino a poco tempo fa la loro sopravvivenza era minacciata dall’inquinamento e dalla pesca fuori controllo, attività che potevano bene o male essere limitate e regolamentate, ora invece i pinguini di Magellano vedono attaccata la loro sopravvivenza dai cambiamenti climatici e dagli eventi meteorologici estremi.

P.Dee Boersma, professore di biologia dell’Università di Washington e direttore del Progetto Pinguino di Magellano a Punta Tombo(Argentina), ha riscontrato, grazie a uno studio durato 30 anni, il fatto che le colonie di pinguini si siano sensibilmente ridotte a causa dell’aumento delle temperature e dei sempre più violenti nubifragi che interessano la zona, caratterizzata in condizioni normali da un clima temperato, con brevi e sporadici acquazzoni e temperature non eccessivamente elevate. I pinguini di Magellano soffrono molto il caldo e le violenti tempeste hanno spazzato via molte nidiate di questi volatili.

Il vero aspetto innovativo di questa ricerca non è l’aver evidenziato la scomparsa di una specie di pinguino, ma il fatto che l’estinzione riguardi un oviparo che vive in zone temperate e non in zone antartiche come solitamente si è abituati a sentire e a sapere.

Questi cambiamenti climatici hanno inoltre influenzato l’approvvigionamento alimentare dei pinguini di Magellano. Molti pesci su cui si basa il nutrimento di questi uccelli stanno infatti abbandonando la zona, con la conseguenza che le madri devono rimanere a covare le uova più a lungo in quanto i padri devono compiere più chilometri per trovare del cibo. E, al cambio del turno, le femmine di pinguino impiegano molto più tempo per nutrirsi e per portare il sostentamento ai propri pulcini, che, sempre più spesso, muoiono di fame.

Se non si interverrà prontamente cambiando rotta e cercando di ridurre i cambiamenti del clima molte specie animali, fra cui anche i pinguini di Magellano, si estingueranno per sempre. E questa sarebbe una grave perdita per l’ecosistema e la biodiversità del nostro pianeta.

[Fonti: csmonitor.com; blitzquotidiano.it]

Ricerca personalizzata