Poste Italiane apre tavolo consultazione coi Consumatori

    Si chiama Cantiere consumatori, ed è un tavolo di consultazione permanente con le Associazioni dei Consumatori sui prodotti e sui servizi proposti alla clientela. Ad istituirlo è stato il Gruppo Poste Italiane dopo aver siglato con tutte le Associazioni dei Consumatori più importanti, ben diciannove, un apposito accordo quadro. Al fine di migliorare ancora di più la qualità dei servizi e dei prodotti offerti alla clientela, Poste Italiane con l’intesa siglata ha così definito, mettendole nero su bianco, le regole per un dialogo che porti a vantaggi reciproci per entrambi le parti.

    Il tutto nell’interesse del cittadino e su modalità di relazione sempre più improntate sulla massima trasparenza. Il Gruppo ha inoltre fatto presente con una nota che è stato istituito, ai fini della governance di quelle che sono le procedure per la conciliazione, il Comitato paritetico Poste Italiane-Associazioni.

    L’accordo tra Poste Italiane e le Associazioni dei Consumatori arriva praticamente in concomitanza con la decisione pesante dell’Antitrust di multare il colosso pubblico. Citando l’abuso di posizione dominante, infatti, l’Autorità Garante per la Concorrenza ed il Mercato ha annunciato d’aver inflitto a Poste Italiane una sanzione da oltre 39 milioni di euro nel settore dei servizi di recapito e di quelli di notifica. Questo perché, al termine di un’istruttoria, l’Antitrust ha rilevato comportamenti anticoncorrenziali da parte di Poste Italiane che hanno di conseguenza pesato sull’ingresso sul mercato di altri operatori. Ora l’AGCM ha intimato al Gruppo Poste Italiane non solo la rimozione di tutti gli ostacoli anticoncorrenziali, ma anche la presentazione di una relazione in merito.

    Ricerca personalizzata