Premier League, 22.a giornata: Eto’omico, United demolito

In una Premier League sempre più combattuta ed avvincente la copertina della 22esima giornata spetta di diritto ad un attaccante che all’alba dei 33 anni continua ad incantare gli amanti del calcio a suon di goal: Samuel Eto’o.
Un hattrick dell’attaccante camerunense infatti permette al Chelsea di sconfiggere un modestissimo Manchester United per 3-1. Continua così l’imbattibilità casalinga di Mourinho che con quest’importante vittoria si porta a soli due punti dalla vetta. Male invece lo United, la cui rete nel finale di Hernandez non maschera le palesi difficoltà di una squadra che dipende da Rooney e Van Persie, oggi fuori per infortunio. Finisse oggi il campionato i Red Devils sarebbero settimi, fuori da ogni competizione europea. Servono innesti già a gennaio per migliorare una squadra lontana parente della schiacciasassi ammirata con Sir Alex Ferguson.

A trainare il terzetto di testa è l’Arsenal, che regola per 2-0 il malcapitato Fulham, sempre più a ridosso della “zona rossa“.
La doppietta di Santi Cazorla, in una giornata in cui non brilla il capocannoniere Giroud, sancisce la supremazia dei Gunners, ormai di diritto tra le favorite per il titolo viste le 5 vittorie ottenute nelle ultime 5 partite.
Non molla un colpo il Manchester City che in una bellissima partita travolge per 4-2 un coraggioso, ma tecnicamente inferiore, Cardiff. Se la difesa soffre un pochino visti i goal subiti da Noone e Campbell, stupisce invece la vena realizzativa della squadra di Pellegrini che va in rete con quattro calciatori diversi, rispettivamente Dzeko, Navas, Tourè ed il ritrovato Aguero confermandosi così il miglior attacco del campionato con 63 goal in 22 partite.

Il terzetto di testa, in attesa del Monday Night che vedrà l’Everton impegnato contro il WBA, viene inseguito dal duo Liverpool-Tottenham.
Lo spettacolare 2-2 tra Liverpool ed Aston Villa firmato Weimann, Benteke, Sturiddge, Gerrard elimina quasi definitivamente, visto il passo delle prime, i Reds dalla corsa scudetto. Brendan Rodgers dovrà con ogni probabilità accontentarsi di competere per la Champions League, traguardo comunque prestigioso.
L’Europa che conta sembra essere anche l’obiettivo del Tottenham, squadra completamente trasformata una volta esonerato Villas Boas. Gli Spurs vincono infatti un’importante partita sul difficile campo dello Swansea, prossima avversaria del Napoli in Europa League, grazie ad uno straordinario Adebayor, autore di una doppietta, e ad una sfortunata autorete di Chico. Per i padroni di casa la rete della bandiera è del solito Bony Wilfried, alla sua settima marcatura stagionale.

Ottima vittoria per un corsaro Newcastle capace di imporsi per 1-3 sul campo di un West Ham in netta difficoltà. A condannare i londinesi al momentaneo terzultimo posto ci pensa una doppietta di Cabaye e un goal di Remy mentre l’unica soddisfazione, quella del momentaneo 1-2, arriva da una grossolana autorete di Williamson.
Segnali di ripresa invece per il Sunderland che, nonostante la disastrosa posizione in classifica, è capace di rimontare l’iniziale 0-2 del Southampton firmato RodriguezLovren, sino al 2-2 finale grazie ai goal dell’italiano Borini (possibile soluzione per Prandelli) e Johnson, vero trascinatore dei Black Cats.

In chiave salvezza spicca la vittoria casalinga per 1-0 del Crystal Palace ai danni dello Stoke City (Puncheon) e quella del Norwich che sempre per 1-0 (Bennet) sconfigge l’Hull City.

Ricerca personalizzata