Prince e i concerti “low cost” a Londra

Prince ama stupire. Sono solo passati pochi giorni dalla sua apparizione nella serie tv “New Girl”: infatti il cantante per presentare il suo nuovo singolo “PretzelBodyLogic” insieme alla sua nuova band 3rdeyegir, ha deciso di partecipare come guest star nell’episodio andato in onda negli Stati Uniti lo scorso 2 febbraio, subito dopo l’evento mediatico del Super Bowl.

Adesso è pronto a lanciare nuove provocazioni da Londra, dove trasforma in un attimo un semplice “soundcheck aperto alla stampa” all’Electric Ballroom di Camden in un vero e proprio concerto a sorpresa e tenendo poi un concerto segreto live per una decina di persone a casa dell’amica Lianne La Havas.

E’ proprio dalla casa de La Havas che Prince fa sapere di volersi esibire in diversi club e locali storici della città, come Ronnie Scott’s, il Bag O’Nails Club e l’Electric Ballroom, insieme alla sua nuova band 3rdEyeGirl: l’eclettico artista vuole infatti sfruttare l’atmosfera magica di questi piccoli locali per poter fare gavetta con il gruppo.
“Dobbiamo guadagnarci i posti più grandi, se piaceremo alla gente”, dice.

La cosa che più ha stupito è stato l’annuncio di voler mettere in pratica una politica dei prezzi molto onesta, attraverso la vendita di biglietti dal costo di circa 10 dollari, poco meno di 7,50 euro : “Vogliamo far pagare una decina di dollari a biglietto. Questa è una band nuova, la gente vedrà qualcosa di nuovo”, ha detto Prince. “Siamo insieme da più di un anno ed è perfetto. Più suoniamo, più le cose si fanno divertenti e irresistibili”.

Infine il cantante soul ha anche dichiarato di volere registrare tutti i concerti e di non avere nulla in contrario se i fan scambieranno registrazioni di questo materiale: “Nessuno denuncia i propri fan. Io stesso ho alcuni bootleg di Lianne La Havas, ma non li venderei mai. I fan che scambiano musica tra loro sono ok”, commenta il Folletto di Minneapolis.
Un drastico cambiamento di pensiero, rispetto alla rabbia di qualche tempo fa che lo aveva portato a denunciare alcuni fan che avevano condiviso la sua musica online, arrivando a chiedere a ciascuno di loro un milione di dollari.

Ricerca personalizzata