"Private Practice": Rischio chiusura e addio annunciato per Kate Walsh

    Sembra che la Dottoressa Addison Montgomery, il personaggio che lasciando il Seattle Grace Hospital cinque anni fa per Los Angeles ha dato vita allo spin-off di “Grey’s Anatomy“, potrebbe prossimamente abbandonare nuovamente lo schermo. I piani di “Private Practice” prevedono infatti che l’attrice Kate Walsh lasci il medical drama dopo appena tredici episodi della nuova e imminente sesta stagione.

    Il contratto con l’attrice dovrebbe essere scaduto col termine dell’ultima stagione, ma dopo intense trattative il network è riuscito a strappare un si per altri 13 episodi. A questo punto il futuro dello show sembra essere in bilico. Già da tempo molti rumors parlavano di una possibile season finale per “Private Practice”, ma la ABC non ha mai confermato o smentito queste voci di corridoio.

    C’è inoltre da considerare che il network, a causa degli ascolti calanti della serie, ha rinnovato lo show per una mezza stagione da 13 episodi, che sono appunto gli stessi per cui la Walsh si è impegnata. Ma cosa succederà se la serie riprenderà i giusti binari e verrà rinnovata per una settima stagione o verranno ordinati nuovi episodi per comporre una sesta stagione completa?

    La presenza della Walsh, in caso di prolungamento, potrebbe essere spalmata alternando le puntate, ma la serie e la creatrice e produttrice esecutiva Shonda Rhimes dovranno fare i conti anche con l’abbandono di Tim Daly. Più che abbandono allontanamento, visto che l’attore non si è visto rinnovare il contratto e che la produzione ha così fine alle vicende del Dr. Pete Wilder.

    Al futuro incerto di Daly si contrappone la volontà della Walsh di sfondare al cinema. Prossimamente infatti vedremo l’attrice nel film intitolato “The Perks of Being Wallflower“.

     

     

    Ricerca personalizzata