Retroscena Inter-Juve: Marotta aveva chiesto Ranocchia

Un’operazione e tanti retroscena. La lunga giornata di ieri sull’asse Milano-Torino ha prodotto ben oltre lo scambio Mirko Vucinic-Freddy Guarin fra Juventus e Inter. Ma andiamo con ordine. Quando scatta l’idea? Nel post-Marassi, dopo la terza sconfitta in quattro gare dei nerazzurri di Mazzarri. Il tecnico livornese sbatte i pugni, chiede una punta, in tempi brevi. Anzi brevissimi. Si decide per Vucinic e parte la chiamata. Marotta risponde presente. Si fa.

Le condizioni: la Juventus, a sorpresa, chiede Andrea Ranocchia, pupillo di Conte. L’Inter risponde picche e conferma ai bianconeri la cessione ormai in dirittura d’arrivo al Dortmund dell’ex Bari. L’alternativa però è di lusso: il colombiano Guarin, materiale per palati fini. Ideale per il gioco della Vecchia Signora: piace al tecnico leccese e pure a Marotta che accetta senza troppi indugi.

Nodo conguaglio: le posizioni adesso si ribaltano e l’Inter chiede un corrispettivo economico. 5 milioni la prima richiesta all’ora di pranzo. Spiazzato Marotta che pensava di lavorare su uno scambio alla pari. E’ il momento più basso della trattativa. Si riflette su sponda bianconera, si incassano le prime critiche dei tifosi su quella nerazzurra. Tormenti e imbarazzi che si dissipano dopo poche ore a causa delle forti volontà dei due calciatori, ormai avvisati e coscienti del tam tam mediatico sul proprio conto. Vucinic, addirittura, è ormai già partito per Pavia per effettuare le visite mediche. Guarin, dal canto suo, minaccia l’Inter: vuole la Juve, a tutti i costi. Si muove personalmente, assieme all’entourage. Troppo tardi ormai per i ripensamenti.

In serata la Juve chiama l’Inter: no al conguaglio. Stamani le parti si riavvicinano, e trovano un’intesa di massima sul milione e 500 mila euro. Una macchina inviata dai bianconeri preleva Guarin, si parte per Torino. Finita qua? Non proprio. Nelle prossime ore, contestualmente alle ufficialità di rito, i nerazzurri proseguiranno il loro mercato. L’obiettivo ora è Hernanes, con i soldi di Ranocchia. Al posto del difensore della Nazionale, all’Inter, arriverà Paolo Cannavaro. Gli intrecci del mercato.

Ricerca personalizzata