Roma sotto shock: trovate gambe di una donna in un cassonetto

roma via guido reni

A Roma, all’interno di un cassonetto dei rifiuti sito nei pressi di Villa Glori, sono state rinvenute due gambe umane, probabilmente tagliate con una motosega.

A fare questa macabra scoperta è stata una ragazza nomade che attorno alle 20 ha notato delle gambe fuoriuscire dal cassonetto dell’immondizia. La donna ha avuto un malore non appena accortasi di quel che aveva davanti, ma con coraggio è riuscita ad avvertire le forze dell’ordine. Sul posto sono intervenute le forze di polizia del commissariato più vicino.

Stando a quanto riportano le agenzie di stampa, queste due gambe non sembrerebbero appartenere a una senzatetto. L’esito degli esami potrebbe permettere di capire un po’ di più di questa terribile storia. Per ora non è chiara né l’età della vittima e tanto meno i fatti che sono preceduti all’omicidio. Gli investigatori della squadra mobile, tra l’altro, trattandosi di sole gambe, non possono neanche risalire all’identità del morto tramite un’analisi delle impronte digitali o della dentatura.

L’unica indicazione su cui si potrà far leva per capire di più di questa storia è indagare sulle denunce di scomparsa sporte negli ultimi mesi, anche se un aiuto potrebbe provenire da un’altra zona della Capitale dove pare siano state ritrovate altre parti del corpo.

Inoltre, una telecamera di sicurezza della zona avrebbe ripreso un uomo mentre gettava qualcosa di “strano” nel cassonetto nella notte di Ferragosto. Ed è lui il principale sospettato di questa faccenda. La polizia lo ha infatti portato in Questura e la procura ha aperto a suo carico un’indagine per omicidio.

Ricerca personalizzata