Russia, 14enne pestata da un gruppo di coetanee: non potrà più avere figli

liza russia

Una studentessa è stata barbaramente picchiata da delle sue coetanee. Le compagne di classe l’hanno ridotta così male che lei ora rischia di non poter avere più figli; o meglio, di figli non ne potrà avere di sicuro.

Protagonista di questa assurda vicenda è Liza, una ragazzina di 14 anni residente a Mineralnye Vody, in Russia. Liza sarebbe stata attirata con l’inganno da un ragazzo di cui era infatuata. “Vediamoci in quel posto”, le aveva detto. Poi però, una volta giunta sul luogo dell’appuntamento, cinque coetanee sono sbucate dal nulla e hanno cominciato ad assalirla brutalmente. Il pestaggio è durato la bellezza di tre ore ed è pure stato filmato con uno smartphone da una delle ragazzine.

La 14enne è stata presa a calci e pugni alla testa, al ventre e ai genitali. Il video inizia con una ragazzina che va di fronte a Liza e la colpisce alla testa. Nella caduta la vittima viene presa a calci alla schiena e all’addome. Dopo di che un’altra componente della gang salta letteralmente sulla testa di Liza, schiacciandole il capo sull’asfalto. E poi ancora altre percosse e insulti, fino a che il ragazzo, quello di cui Liza era perdutamente innamorata, non prende il suo corpo esanime e la trascina via.

Il motivo per cui Liza è stata resa vittima di una tale aggressione è a dir poco incredibile: la sua unica colpa sarebbe stata quella di aver parlato male a scuola di una delle ragazzine del gruppo.

Dopo il pestaggio la 14enne ha comunque trovato la forza di andare al pronto soccorso, ed è lì che le è arrivata la batosta finale: le gravissime lesioni riportate agli organi interni non permetteranno alla ragazzina di diventare madre, un giorno. Nel frattempo gli inquirenti stanno rintracciando i responsabili del pestaggio, facilmente individuabili anche grazie al filmato.

Ricerca personalizzata