Sciopero treni e mezzi pubblici 1 marzo 2012

    Anche il prossimo mese di marzo del 2012 in Italia sarà all’insegna degli scioperi. Si parte subito l’1 marzo del 2012, infatti, con lo sciopero generale del comparto dei trasporti per una durata pari a 4 ore. A proclamarlo e ad annunciarlo in data odierna sono state congiuntamente le sigle Uiltrasporti, Fit Cisl e Filt Cgil. Resteranno quindi fermi per 4 ore giovedì 1 marzo del 2012 sia i mezzi del trasporto pubblico locale, sia i treni con conseguenti disagi per bus, tram, treni regionali e metropolitana nei grandi centri urbani. Al centro dell’agitazione c’è la condizione del comparto dei trasporti nel nostro Paese che, secondo le sigle sopra indicate, si è ulteriormente aggravata con le decisioni che ha preso l’attuale Governo in carica.

    Secondo quanto riportato dal sito Internet della Filt Cgil, le quattro ore di sciopero proclamate per la giornata dell’1 marzo del 2012 riguarderanno non solo il trasporto ferroviario e quello pubblico locale, ma anche il trasporto marittimo, quello aereo e quello portuale.

    In più, incroceranno le braccia anche gli autotrasportatori, gli addetti alle funivie ed al trasporto stradale, l’autonoleggio, il servizio di navigazione sui laghi e quelli di viabilità su strade ed autostrade. Le organizzazioni sindacali di Uiltrasporti, di Fit Cisl e Filt Cgil con la protesta intendono inviare al Governo tecnico guidato dal Presidente del Consiglio e senatore a vita Mario Monti un segnale affinché si adottino per i trasporti politiche strettamente legate allo sviluppo e non interventi che, essendo sbagliati, penalizzano i lavoratori e le aziende e, nello stesso tempo, aggravano quelli che sono i problemi per i cittadini.

    Ricerca personalizzata