Serie A: Juventus sempre più sola, risorge la Fiorentina, male la Roma

Dopo il pareggio rocambolesco di ieri tra Udinese e Palermo e la vittoria nel finale della Lazio contro l’Inter, che aveva aperto un’autostrada alla Juventus, la giornata di oggi è stata ricca di goal.

A pranzo 4 ne ha fatti la Fiorentina al povero Siena, con Cosmi a rischio panchina. Senza la penalizzazione, i toscani avrebbero però una classifica molto dignitosa. Nei viola vola Toni, mentre Pizarro dedica il suo goal alla sorella scomparsa due settimane fa. Grande gioco dei gigliati sopratutto nel primo tempo, che ri-staccano i giallorossi, tornati sulla terra nella trasferta di Verona, decisa da Pellissier nel finale. Polemiche arbitrali da parte della società capitolina.

Quattro goal del Milan al Pescara (due autogoal), alla quarta vittoria consecutiva, quattro reti anche del Parma sul Cagliari (dallo 0-1 inziale) e tre del Catania in rimonta contro una Samp sempre più in crisi. Domina il Torino contro il sempre più irriconoscibile Genoa, ma a Marassi lo spareggio salvezza finisce 1-1.

E la Juventus? In ventisette minuti aveva già chiuso la pratica contro l’Atalanta.

Stasera il Napoli nel posticipo cerca di ritrovare il secondo posto nella gara interna col Bologna, anche se domani dovrebbero arrivare 1 o 2 punti di penalizzazione per le vicende di calcioscommesse.

Ricerca personalizzata