Si addormenta sul materassino: al risveglio si ritrova in Crimea

lazurne in ucraina

Se ne stava spaparanzato sul suo materassino da mare, ed evidentemente era così rilassato e spensierato che ha finito per addormentarsi in mezzo al mare. Quando si è svegliato, però, si è accorto di non trovarsi più di fronte alla spiaggia sulla quale aveva posteggiato ombrelloni e affari personali!

Il fatto è accaduto a Lazurne, una cittadina ucraina affacciata sulla costa. Il protagonista, un ragazzo di appena 18 anni che si trovava sulla spiaggia locale per prendersi una pausa dal lavoro di guardia che prestava presso un resort del posto. Il ragazzo aveva quindi deciso di sfruttare la pausa per rilassarsi sul materassino, ma quando si è svegliato non ha potuto fare a meno di notare di trovarsi nel bel mezzo del Mar Nero, tra Ucraina e Crimea.

La cosa sarebbe potuta anche essere divertente se non fosse che per quel pisolino, il 18enne ha davvero rischiato la morte: il tratto di mare in cui è finito il materassino, infatti, è di alto mare, per cui ci transitano sopra mezzi a motore. Inoltre quel tratto di mare non solo è vietato ai bagnanti, ma trovandosi al confine con la Crimea è anche particolarmente sensibile visti i rapporti di tensione che si respirano ormai da tempo tra Kiev e Mosca.

Fatto sta che il ragazzo è rimasto in balia delle onde per la bellezza di tre giorni e tre notti, subendo temperature torride di giorno e rigide di notte. Non ha mangiato né bevuto, fino a quando non è riuscito a raggiungere le coste della Crimea, nella baia di Karkinitsky, dove è stato tratto in salvo e condotto presso l’ospedale più vicino per essere sottoposto ad accertamenti. I medici gli hanno riscontrato infatti una disidratazione acuta.

Ricerca personalizzata