Stanley Kubrick rivive su Instagram

Avete mai provato ad immaginare cosa sarebbe successo se i grandi miti del mondo dell’arte e della cultura avessero avuto a disposizione i mezzi di comunicazione e di condivisione del nostro tempo? È quello che ha fatto Federico Mauro con InstaKubrick. Il direttore artistico di Fandango ha “vestito” i panni di Stanley Kubrick, creando un falso account instagram in cui ha raccolto 12 fotografie del celebre regista elevato a mito, rielaborate attraverso i filtri della famosa applicazione: dal “Myfair” al “Sierra” all’ “Earlybird”. Possiamo ammirare Kubrick in momenti della sua vita privata, immortalato mentre è al telefono, o sui set dei suoi film, intento a scattarsi una foto allo specchio abbracciato alla figlia con sullo sfondo Jack Nicholson alias Jack Torrance durante le riprese di Shining.

La maggior parte dei ritratti sono autoscatti, come se anche Kubrick fosse stato vittima del “selfie” la nuova tendenza che ha preso piede anche tra i personaggi famosi che condividono attraverso i social network le proprie foto scattate da soli.
Non è la prima volta che nel web circolano profili inventati di celebrità, reali e non: prima di Kubrick è toccato a Biancaneve, Cenerentola e alle principesse Disney apparire su instagram con foto e hashtag che rappresentano i momenti salienti delle loro “avventure.

Non sappiamo se un moderno Kubrick trapiantato nei giorni nostri avrebbe usato instagram, ma sicuramente la scelta di Federico Mauro non è casuale. Non bisogna dimenticare che prima di approdare al cinema, il regista di Arancia Meccanica è stato un fotografo. La sua carriera inizia da giovanissimo: a 17 anni una sua foto viene acquistata dalla rivista Look Magazine, con la quale intraprende una collaborazione che durerà ben 5 anni. La passione di Kubrick per la fotografia, che è rimasta una costante anche nella sua produzione cinematografica, è stata recentemente celebrata da Stanley Kubrick. Photographer, una mostra ideata da Gamm Giunti e curata da Michel Draguet, presentata lo scorso anno a Bruxelles, che ha fatto il giro d’Italia e che si è conclusa il 25 agosto al Palazzo Ducale di Genova.

Lo scopo di InstaKubrick è puro divertissement, come spiega il suo ideatore, che è già stato l’autore di originali gallerie fotografiche come “Famous Eyeglasses” o “Famous Shoes” in cui ha “ritratto” personaggi famosi, reali e non, attraverso particolari come gli occhiali e le scarpe.

È un progetto personale, fatto solo per divertimento. Queste immagini sono state selezionate in modo casuale tramite una ricerca su internet, per migliorare il mio stile e per imparare ad apprezzare il gusto altrui. La selezione di queste immagini è un esempio istruttivo di cose che mi piacciono. Il progetto è no-profit e non ha alcun scopo commerciale. È semplicemente un modo per sviluppare e definire una mia idea creativa e personale

Questo “gioco”, che è comunque elaborato da mani esperte, non ha lo scopo di sminuire il grande maestro del cinema, bensì avvicinarlo al pubblico che lo ha amato. Ce lo mostra in una veste del tutto diversa, più intima: non solo il grande regista, ma anche il giovane fotografo;non solo il mito, ma l’uomo.

Ricerca personalizzata