Terremoto: trovato l’ultimo disperso, le vittime salgono a 17

    Trovato l’ultimo disperso dopo il terremoto di ieri in Emilia: si tratta dell’operaio Biagio Santucci, morto nel crollo dell’azienda Haemotronic di Medolla insieme ad altri tre compagni. La procura di Modena ha aperto un’inchiesta sull’accaduto. Intanto il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha ammesso l’inadeguatezza delle politiche di prevenzione e ha invitato l’opinione pubblica a non soffermarsi su polemiche “strumentali” sulla parata del 2 giugno.

    Il Consiglio dei Ministri ha varato le misure di emergenza: i versamenti fiscali saranno rinviati a settembre, la benzina subirà un aumento di 2 centesimi, il patto di stabilità dei Comuni subirà una deroga. Anche la Protezione civile è all’opera per affrontare al meglio l’emergenza. Franco Gabrielli, capo della Protezione civile, ha dichiarato: “Adesso stiamo mettendo a punto i campi di accoglienza che si stanno realizzando, potenziando anche l’accoglienza alberghiera, confidando che possano aumentare le persone che decidano di trovare alloggio in alberghi anche per alleggerire i campi”.

    Già al lavoro anche la procura di Modena, che ha aperto una serie di inchieste sui capannoni crollati in seguito al sisma. Vito Zincani, procuratore capo di Modena, ha definito “suicida la politica industriale a livello nazionale sulla costruzione di questi fabbricati”. Con le inchieste verrà appurato se le aziende avevano rispettato le norme antisismiche previste dalle diretttive regionali del 2003.

    Il governo ha poi provveduto a nominare Vasco Errani, presidente della regione Emilia Romagna, commissario per la ricostruzione. Oltre all’aumento dell’accisa sulla benzina saranno destinati alla Regione i fondi resi disponibili dalla spending review del governo. Verranno anche concessi dei contributi a fondo perduto per favorire la ricostruzione. Infine, Jose Manuel Barroso, presidente della Commissione Europea, ha dichiarato che l’Europe è “pronta a aiutare concretamente l’Italia a far fronte alle conseguenze di questa e precedenti catastrofi naturali”.

    Ricerca personalizzata