Nessuna battuta d’arresto per gli U2 e per il loro prossimo album: la notizia, trapelata lo scorso 7 marzo, di un ritardo nella pubblicazione del nuovo progetto del gruppo – e del conseguente tour – è stata categoricamente smentita.

L’indiscrezione era arrivata qualche giorno fa dal magazine Billboard, secondo cui per l’uscita del disco e per conoscere le date del tour, si sarebbe dovuto attendere il 2015. La celebre testata americana aveva lasciato intendere inoltre che la band avesse deciso di rimandare perché rientrata in studio di registrazione a lavorare ulteriormente su alcuni pezzi insieme a Paul Epworth e Ryan Tedder(frontman dei One Republic). Ad avvalorare la tesi del rinvio, una confidenza rilasciata da una fonte vicina all’ambiente di lavoro della band:

«Sembra che ci mettano più tempo a finire un album ora che stanno invecchiando. Ma la cosa bella con gli U2 è che il disco nel suo insieme è sempre meglio della somma delle sue parti. Quella magia che la band sembra sempre riesca a catturare…deve essere ancora colta».

Ad ogni modo, l’emergenza pare essere rientrata. Il portavoce del gruppo ha confermato a The Guardian che «il nuovo disco rimane atteso per il 2014». Pare ancora sicura la presenza di Danger Mouse nel ruolo di produttore principale, mentre non hanno trovato o meno conferma le voci a proposito della collaborazione di Epworth e Tedder.

Non sono ancora emersi nuovi dettagli circa il tour che, stando a quanto rivelato nei mesi precedenti, dovrebbe iniziare a settembre, ma nulla in merito è stato ancora reso ufficiale.