I 10 calciatori più sopravvalutati della Serie A

Sopravvalutare, per definizione, significa attribuire un’importanza, un valore o delle qualità eccessive rispetto a quelle reali. Nel mondo del calcio di giocatori osannati come campioni, che poi effettivamente risultano essere meno forti della loro reputazione, è piena la storia. Noi di Bloglive.it abbiamo stilato la classifica dei calciatori più sopravvalutati che attualmente militano in Serie A:

Antonio Cassano Barese classe ’82 (predestinato?) è considerato come uno dei talenti più puri del nostro calcio, peccato solamente che in carriera poi abbia dimostrato ben poco nonostante le numerose opportunità. Colpevole di svariate “cassanate”, queste più volte gli sono costate una maglia da titolare in grandi club.

Cristian Ledesma Anche lui del 1982 come Cassano, l’argentino vice-capitano della Lazio negli anni più volte è stato paragonato a grandi centrocampisti dal piede fatato come Pirlo. Lento e macchinoso, è famoso per la sua specialità sui calci di punizione: “Abbattimento del difensore in barriera“.

Claudio Marchisio Nome pesante che farà storcere il naso a molti, il “Principino” nella passata stagione era un punto fermo degli schemi di Conte, risultando poi decisivo non più di 4-5 volte l’anno. Vuoi per un infortunio, vuoi perché è esploso alla Juve un certo Pogba, si trova ad oggi spesso fuori dal gioco bianconero nonostante l’affetto spasmodico dei tifosi.

Leonardo Bonucci Altro Juventino in classifica. Il difensore al servizio di Conte e della nazionale è considerato un pilastro di entrambe le formazioni e in molti si chiedono come mai. Nel tempo infatti ha dato prova di tutte le sue lacune sul piano difensivo.

Alberto Aquilani Alla soglia dei trent’anni può vantare nel suo curriculum grandi maglie come quelle di Liverpool, Juventus e Milan. I motivi sono ignoti a molti, viste le sue prestazioni non certo da TOP PLAYER sui campi di mezza Europa.

Riccardo Montolivo Ennesimo centrocampista in classifica. Arrivato al Milan come erede di Pirlo non è mai riuscito a reggere il confronto. Nonostante questo Allegri prima, e Seedorf poi, lo considerano un giocatore insostituibile.

Ishak Belfodil Su questo attaccante c’è poco da dire, gli interisti ancora non si spiegano perché, per averne solo la metà, la società abbia sborsato al Parma circa 7,5 milioni più Cassano.

Morgan De Sanctis L’attuale portiere della Roma è stato osannato a inizio stagione per le tante partite a porta imbattuta, dimenticandosi invece dello straordinario lavoro svolto dai centrali Benatia e Castan. Alla minima occasione ha dimostrato tutte le sue qualità (vedi Roma-Napoli di Coppa Italia).

Mauro Icardi Arrivato a Milano sponda Inter per 12,5 milioni, finora ha dimostrato solamente di essere uno de più grandi utilizzatori di Twitter del campionato.

Daniele De Rossi “Capitan futuro” detiene un record pesante in Serie A: il centrocampista della Roma infatti vante niente meno che lo stipendio più alto del campionato, superiore a gente come Tevez, Higuain e Kakà. Un po’ troppo per uno che in carriera ha dimostrato meno del previsto.

Ricerca personalizzata