MotoGP, test di Sepang, Stoner e Pedrosa soddisfatti della moto

Casey Stoner, dopo i guai fisici di ieri, è tornato oggi in pista molto carico, ed è subito andato forte, riuscendo in soli 29 giri, un po’ per sua abitudine a girare poco ed un po’ per i dolori ancora presenti da ieri, a far segnare il tempo più basso di giornata.

Complice anche la temperatura dell’asfalto ideale, l’australiano ha girato sempre molto veloce nel corso dell’intero turno, ed ha portato infine la sua RC213V ad un ottimo tempo di 2:00.895.

Dani Pedrosa, che ha chiuso quarto questa seconda sessione, ha invece lavorato sul set-up della propria moto non ancora al top, concentrandosi soprattutto sulla frenata, sul chattering e sulla fase di ingresso curva, dove la nuova 1000 cc sembra avere qualche problema.

Ecco le parole dei due piloti Honda Repsol tratte dal comunicato stampa del team.

Casey Stoner:

“È stato bello poter tornare a guidare, oggi è andato tutto abbastanza bene, anche se avrei voluto fare qualche giro in più. Abbiamo usato principalmente il nuovo telaio, procedendo con un lavoro di comparazione con quello che avevamo a Valencia, abbiamo trovato una buona direzione e capito la strada da percorrere. Come sempre, sarebbe bello poter prendere alcuni aspetti di un telaio e altri dal secondo.

Questo pomeriggio abbiamo utilizzato la gomma anteriore dura, riscontrando però un aumento del chattering. Dovremo lavorare su questo aspetto perché ci sono margini di miglioramento. Non abbiamo avuto modo di testare le gomme con le nuove specifiche che Bridgestone ha portato qui, le proveremo domani e da queste partiremo a lavorare”.

Dani Pedrosa:

“Oggi abbiamo iniziato a lavorare bene fin dalla prima uscita, le condizioni della pista erano migliori rispetto a ieri e faceva anche più caldo. Abbiamo lavorato sul setting della moto, concentrandoci sulla frenata, abbiamo provato varie soluzioni per ridurre il chattering e migliorare la stabilità in ingresso di curva. Questa al momento è la nostra priorità. Abbiamo comparato inoltre due telai leggermente diversi, ma dobbiamo ancora lavorare sulla moto prima di prendere una decisione. Ci aspetta un altro giorno di test, e ne approfitteremo per provare altre cose con gli ammortizzatori. Lavoreremo anche sulla pressione delle gomme.

Non ho completato molti giri, ma qualche volta è necessario trascorrere buona parte del tempo ai box, è normale. Le nuove Bridgestone funzionano abbastanza bene: ne ho provata solo una dura posteriore, ma non aveva molto grip, mentre le morbide funzionano meglio e sembrano avere anche una durata maggiore”.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here