Calcioscommesse, nuovi arresti: in manette Andrea Masiello

Il mondo del calcio nel caos: annunciati da giorni, arrivano i nuovi provvedimenti legati all’inchiesta sul calcioscommesse e questa volta a tremare è la serie A. La Procura di Bari ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare nei riguardi dell’ex difensore del Bari Andrea Masiello, ora all’Atalanta: i carabinieri del comando provinciale della città pugliese hanno arrestato il calciatore, accusa di associazione a delinquere finalizzata alla frode sportiva.

In manette sono finiti anche due suoi amici, Giovanni Carella e Fabio Giacobbe: secondo l’accusa i tre avrebbero truccato alcune partite del Bari nel finale dello scorso campionato, quando la squadra biancorossa era ormai retrocessa. Sotto la lente d’ingrandimento degli inquirenti pugliesi c’è il derby Bari-Lecce, che vide gli ospiti vincere (0-2) e ottenere la matematica salvezza: in quella occasione proprio Masiello fu protagonista di un autogol. Secondo l’accusa, Masiello avrebbe venduto il match per 300mila euro.

Tra le altre partite attenzionate dalla Procura di Bari ci sono anche la gara con il Cesena, con alcuni esponenti della tifoseria organizzata che avrebbero fatto pressione sui calciatori baresi affinché perdessero l’incontro; poi c’è la sfida con il Palermo, quella con il Bologna e ancora Bari-Chievo e Bari-Sampdoria. Nel mirino dei magistrati anche la gara dell’ultima giornata del campionato 2009/2010 Udinese-Bari (3-3): alcuni calciatori della formazione pugliese (Masiello tira in ballo anche l’attuale difensore della Juventus Bonucci) si misero d’accordo per un over, puntualmente verificatosi.

In totale gli indagati in questo filone del calcioscommesse sono venti; tra questi figurano i calciatori Daniele Portanova, Alessandro Parisi, Simone Bentivoglio, Marco Rossi, Abdelkader Ghezzal, Marco Esposito, Antonio Bellavista e Nicola Belmonte. Le altre persone indagate sono Angelo Iacovelli, gli imprenditori Nico De Tullio, Onofrio De Benedectis, Franceso De Napoli, e poi Arianna Pinto, Giovanni Carella, Fabio Giacobbe, Victor Kondic, Leonardo Picci e Armand Caca.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here