I 24 luoghi più spettacolari del mondo. Peccato siano abbandonati

Ci sono luoghi da sogno, quelli in cui tutti vorrebbero trascorrere le vacanze. Luoghi da cartolina, pieni di attrazioni e divertimento. Ma esistono altri luoghi, angoli di paradiso che l’uomo ha deciso di abbandonare dopo averne abusato: le cosiddette città fantasma.

Finora se ne contano 24 e sono i luoghi più spettacolari del mondo. Quelli abbandonati, che esprimono il loro fascino solo attraverso uno scatto fotografico.

Pripyat, in Ucraina
Questa era una città di circa 50.000 abitanti, i quali l’hanno dovuta abbandonare dopo il disastro di Chernobyl nel 1986 a causa di innumerevoli radiazioni. Dovrà restare inabitata ancora per migliaia di anni. A governarla ora, la natura.

Mirny Diamond Mine, Siberia
Mirny era una città progettata dal governo di Stalin per soddisfare la grande domanda di diamanti. I lavori sono stati poi accantonati per la difficoltà riscontrata durante la costruzione del posto. Insomma, l’uomo ha messo mano su una città rovinandola, trasformandola in un’enorme cava.

Corea del nord: Ryugyong Hotel, Pyongyang
La costruzione dell’edificio iniziò nel 1987, ma venne fermata nel 1992 a causa dello stato economico disastroso in cui riversava il paese. La struttura è rimasta senza finestre e interni per 16 anni, fino a quando nell’aprile del 2008 è ripresa la costruzione sotto la supervisione della società di costruzioni del Gruppo Orascom, che ha investito notevolmente nella telefonia mobile e nell’edilizia in Corea del Nord. Il completamento del Ryungyong Hotel era stato programmato per il Festival Mondiale della Gioventù e degli Studenti del giugno 1989, e se questo obiettivo fosse stato raggiunto l’edificio sarebbe diventato l’hotel più alto del mondo.

UFO Case Sanzhi, San Zhi a Taiwan
Le case UFO sono state costruite a partire dal 1978. Dovevano essere case vacanza per i militari statunitensi. Tuttavia, il progetto è stato abbandonato nel 1980 a causa di perdite legate agli investimenti e ai diversi morti dovuti a un incidente d’auto accaduto in fase di costruzione. Si dice che questo incidente sia stato causato dalla scultura del drago cinese che si trova alle porte del resort; si raccontano altre storie riguardo il motivo dell’abbandono di questa città fantasma facendola restare avvolta dal mistero.

Six Flags Jazzland a New Orleans, Stati Uniti d’America
Nato col nome di Jazzland e poi acquistato dalla catena di parchi Six Flags, è stato parzialmente distrutto dall’uragano Katrina. Nel tempo si sono susseguiti alcuni tentativi da parte di una società nuova di riaprirlo, ma a oggi non si hanno ancora certezze di alcun tipo.

“Gulliver’s Travel Park” a Kawaguchi, Giappone
Anche questo parco divertimenti ha fatto la stessa fine di molti altri, caduti poi in disuso.

Castello di Bannerman a Pollepel Island, New York
Questo castello abbandonato si trova sull’isola di Pollepel in mezzo all’Hudson, a circa 80 km da New York. Fu costruito dalla famiglia Bannerman e fu utilizzato come magazzino militare

Faro sulle rocce di Aniva a Sakhalin
Situato su roccia frastagliata, fu costruito dal Giappone alla fine del 1930, quando Sakhalin era divisa tra questo paese e l’Unione Sovietica. Qualche tempo dopo l’intero Sakhalin, alla fine della Seconda guerra mondiale, fu sequestrato dai sovietici. Si trattava di un faro a propulsione nucleare.

Estación Canfranc
Una stazione spagnola utilizzata a lungo e poi lasciata in mano alla natura.

Chateu Miranda a Celles, Belgio
Noto anche come Castello di Noisy è un castello del XIX secolo. Il castello fu costruito nel 1866 dall’architetto inglese Milner su commissione della famiglia Liedekerke-Beaufort, che aveva lasciato la propria residenza precedente, il Castello Vêves, durante la Rivoluzione francese. Successivamente la Società nazionale delle ferrovie del Belgio (NMBS) lo trasformò in un orfanotrofio e rimase tale fino al 1980. Dal 1991 è totalmente abbandonato ed è diventato uno dei luoghi preferiti dagli esploratori.

Centrale a carbone
Situata in Francia è anch’essa abbandonata.

Eilean Donan a Loch Duich
Il castello di Eilean Donan è una delle immagini più simboliche della Scozia, famoso in tutto il mondo. Situato su un’isola alla confluenza di tre grandi laghi marini, e circondato da un paesaggio suggestivo, non c’è da meravigliarsi che il castello sia una delle attrazioni più visitate e importanti delle Highlands scozzesi. Parzialmente distrutto nel corso di una rivolta giacobita nel 1719, il castello in rovina rimane abbandonato per quasi 200 anni fino a quando il sottotenente colonnello John MacRae-Gilstrap acquista l’isola nel 1911 e riporta il castello al suo passato splendore. Dopo 20 anni di estenuanti lavori di ristrutturazione, riapre i battenti nel 1932.

L’isola di Hashima, Giappone, in passato era ricca di carbone e più di 5.000 minatori la popolavano. Quando l’olio ha sostituito il carbone come fonte primaria di combustibile, l’isola venne abbandonata.

Mulino abbandonato nel West of Quebec
Una meraviglia per gli occhi, che restano increduli davanti a un simile spettacolo.

Stazione City Hall di New York
Questa stazione è stata costruita nel 1904 e poi chiusa nel 1945 perché utilizzata di rado.

Orpheum Theater a New Bedford
Situato nel Massachusetts, l’Orpheum è un vecchio teatro e cinema originariamente chiamato Majestic Opera House. L’edificio fu inaugurato il 15 aprile 1912 (la notte in cui il Titanic affondò, strana coincidenza) e chiuse i battenti nel 1958/59. Venne aperto solo per eventi speciali.

Centrale elettrica abbandonata del Belgio
Un altro edificio industriale abbandonato a se stesso.

Relitto del SS America, Spagna
Si tratta di una vera e propria nave fantasma.La SS American Star era adibita per le crociere e venne costruita nel 1940, con il nome di SS America per la compagnia crocieristica United States Lines. Nel gennaio del 1994 mentre viene trainata da un rimorchiatore ucraino verso la Thailandia, dove doveva essere trasformata in un hotel di lusso, viene colta da una tempesta che causò la rottura dei cavi di rimorchio. Andata alla deriva la nave si incagliò su una spiaggia dell’isola di Fuerteventura dove, dopo 48 ore di tempesta, si spezza un due tronconi rendendo così impossibile il recupero del relitto e viene abbandonata. Nel 1996 il troncone di poppa viene portato via dal mare e affonda mentre la prua rimane immobile fino al novembre del 2005 quando inizia a collassare fino a coricarsi completamente sul lato sinistro. Infine, ad aprile del 2007, crolla anche il lato di dritta e quindi quel poco che era rimasto del relitto sta lentamente scomparendo sotto le onde.

Sunken City
Shicheng, Cina, è immerso sotto l’acqua dal 1959, dalla realizzazione dell’impianto idroelettrico Xin’an River. La città fu fondata 1300 anni fa.

Red Sands Forti di mare
Luogo abbandonato in Inghilterra.

Stazione Centrale Michigan a Detroit
Un’altra stazione abbandonata degli States.

Fabbrica abbandonata in Russia
Luogo incantevole avvolto da un alone di mistero.

Hotel El Salto
Colombia. Anche qui un’altra struttura in degrado.

Cristo degli Abissi
L’ultima posizione dei relitti e città fantasma spetta all’Italia, con San Fruttuoso e il Cristo degli abissi.

Eventi naturali, guerre, disastri provocati dall’uomo: sono tanti i motivi che spingono la gente ad andarsene e trasformare una ridente città in una città fantasma. Ma quello che lasciano è un tesoro che va solo scoperto.

[Fonte: distractify.com]

Ricerca personalizzata