Spaghetti con vongole & pomodorini

    Spaghetti con vongole & pomodorini

    Per 4 persone

    • 1,5 kg di vongole veraci
    • 40 pomodorini tipo Pachino
    • 350 gr di spaghetti
    • 2 cucchiai di prezzemolo tritato
    • 3 spicchi di aglio
    • 1 bicchiere di vino bianco secco
    • Olio Exstravergine d’oliva
    • Sale

    In una terrina fate spurgare le vongole per almeno 6 o 7 ore immerse in acqua fredda salata e cambiate l’acqua almeno 3 volte (se riuscite a tenerle in ammollo anche mezza giornata è perfetto!!). Trascorso il tempo scolatele.
    In un ampio tegame a bordi alti mettete dell’Olio (5 cucchiai vanno bene), 2 spicchi d’aglio sbucciati e fateli dorare. Rovesciate le vongole, mescolate, unite 3 bicchieri di acqua bollente e il vino, regolate di sale, alzate la fiamma bella vivace e fate aprire le vongole (ci vorranno intorno ai 10 – 12 minuti), mescolandole di tanto intanto per farle aprire meglio.
    Quando le vongole sono aperte estraetele con una schiumarola e mettetele in una ciotola, conservando 1 bicchiere del sugo di cottura.
    Estraete il molluschi dalle conchiglie e metteteli in un piatto, conservando però una quindicina di vongole con il guscio che serviranno per la decorazione.
    Lavate e mondate i pomodorini e tagliateli a metà. In un tegame mettete dell’altro olio, il rimanente aglio sbucciato e fatelo imbiondire. Versatevi quindi i pomodorini, mescolate e irrorateli con il bicchiere di sugo delle vongole. Fate rapprendere il liquido per circa 7-8 minuti, unite quindi le vongole sgusciate e rimescolate. Proseguite la cottura per qualche altro minuto e quindi aggiungete anche i gusci. Spolverate con il prezzemolo, spegnete la fiamma, mescolate per amalgamare il sughino.
    Lessate gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolateli al dente, versateli nel tegame del sugo, saltateli per un minuto e servite.

    Per oggi ho scelto per voi 2 ricette economiche: una che vi libera degli avanzi di pane magari già un po’ duro e l’altra ideale per ora che le giornate cominciano a farsi buie e fredde!

    La leggenda vuole che questa zuppa risalga ai tempi in cui i carbonai della Maremma che cercavano di avere cibo in cambio di carbone. Tutto veniva messo nel calderone di acqua bollente sempre presente nelle loro case: solitamente si trattava di aglio, pane vecchio e cipolle, ma, se le cose andavano bene, anche di pomodori, sedano e 1 o 2 uova.
    Da qui nasce l’acquacotta.

    Ingredienti:

    • poco  olio d’oliva  
    • cipolle grandi  
    • gambi  sedano  
    • alcune foglie  sedano  
    • 450 g  pomodori  
    • 300 g  peperoni rossi dolci  
    • sale   pepe  
    • 8 fette  pane raffermo  
    • 4  uova   abbondante

    Questa zuppa prevede un numero di varianti pressoché infinito, una delle più saporite aggiunge funghi secchi e salsiccia piccante arrostita.

    Cuocete a fuoco basso, in poco olio, 3 grosse cipolle finemente tritate con 6 gambi di sedano con le foglie a dadini e fate imbiondire.
    Unite 750 g di pomodori, pelati e privati dei semi, sale e pepe e lasciate cuocere per 20 minuti.
    Versate quindi il tutto in una pentola d’acqua bollente salata (1 litro) e fate bollire.
    Nel frattempo tostate, o friggete, 8 fette di pane raffermo e ponetele nel fondo di un recipiente di coccio.
    Quando la zuppa ha assunto un buon sapore (dopo circa 30 minuti) versatela sopra il pane, riponetela sul fuoco (basso) e rompetevi 4 uova, badando che i tuorli non si rompano e rimangano separati.
    Non appena le uova si sono leggermente rapprese.

    Gnocchi di pane al sugo

    Ingredienti per 4 persone

    *  pane raffermo 200 gr

    *  parmigiano 50 gr grattugiati

    *  farina bianca 30 gr

    *  uovo 1

    *  latte 3 bicchieri

    *  olio extravergine di oliva 4 cucchiai

    *  prezzemolo 1 ciuffo tritato

    *  sale qb

    *  pepe nero qb

    *  noce moscata qb

    Per il sugo:

    *  pomodori pelati in barattolo 400 gr

    *  cipolla 80 gr

    *  carote 50 gr

    *  pancetta affumicata 70 gr

    *  burro 30 gr

    *  sedano 30 gr di costa

    *  prezzemolo 1 ciuffo tritato

    *  sale qb

    Procedimento:

    Fate riscaldare il latte. Spezzettate il pane e mettetelo in una ciotola, bagnatelo con il latte tiepido, mescolatelo bene in modo che s’inzuppi e lasciate riposare per mezz’ora, quindi strizzatelo in modo da eliminare più liquido possibile.

    Mettete il pane in una terrina con il prezzemolo tritato, il Parmigiano grattugiato, le uova e la farina. Insaporite con sale, pepe e noce moscata quindi mescolate fino a ottenere un composto omogeneo.

    Infarinate il piano di lavoro, prendete man mano un po’ di composto e, facendolo rotolare sul piano, formate delle palline.

    Lavate e tritate la cipolla, la carota e il sedano e mettete le verdure in una casseruola con il burro. Fate cuocere per 5 minuti.

    Intanto tagliate a piccoli pezzi la pancetta e unitela alle verdure. Aggiungete i pelati, 1?2 bicchiere di acqua calda e lasciate sobbollire per circa 30 minuti.

    A cottura ultimata, unite il prezzemolo tritato e passate il sugo al passaverdure.

    Riempite una pentola di acqua e portate a ebollizione. Quando l’acqua comincerà a bollire, aggiungete 1 cucchiaio di sale grosso, 4 cucchiai di olio e gli gnocchi. Fate cuocere ancora per due minuti dopo che saranno venuti a galla. Scolate gli gnocchi con un mestolo forato, conditeli con il sugo e serviteli caldi.

    Ricerca personalizzata