A Cervere la Trentesima edizione della Fiera del Porro

A Cervere, in provincia di Cuneo, è dedicata una fiera ad uno degli alimenti più antichi del mondo: il porro. Pare che il porro sia nato intorno al 3000 a. C. e la sua origine potrebbe risalire agli egiziani. Questo alimento, celebrato a Cervere in una fiera che dura fino al 28 novembre, è ben noto per le sue proprietà toniche, nervine, diuretiche, lassative, antisettiche e lo consigliano per curare dispepsie, anemie, reumatismi, artrite, gotta, affezioni urinarie, obesità, emorroidi, piaghe, punture di insetti o per mantenere semplicemente la freschezza della pelle del viso. Esso è coltivato in terre sciolte, fresche e profonde e – ortaggio prettamente invernale – può essere conservato a lungo in luoghi freschi e bui. In particolare il porro di Cervere è prodotto tramite una selezione tradizionale dei semi; tale pratica si chiama appunto “Cervere” e la tradizione conservata nel tempo ha fatto sì che il porro di Cervere non potesse essere prodotto su larga scala.
Il suo prezzo varia da 1,50 € a 1,80 € al Kg, è ottimo per cucinare pietanze sofisticate e raffinate e, al contempo, per una cucina rustica e popolare.
Il progetto della Fiera del Porro di Cervere è gemellato con la Confartigianato di Cuneo, che ne aiuta l’allestimento ogni anno.
La Fiera comporta, oltre a tante specialità a base di Porro di Cervere, anche numerose manifestazioni di spettacolo e sportive per grandi e piccini, quindi un avvenimento da non perdere.
Cervere vi aspetta, fino al 28 novembre, per farvi gustare le delizie del luogo adornate magnificamente dal porro.

Ricerca personalizzata