A Reggio nuova sede Gico in immobile confiscato

    La nuova sede del Gico (Gruppo d’investigazione sulla criminalità organizzata) della Guardia di Finanza di Reggio Calabria sarà realizzata in un edificio confiscato alla ‘ndrangheta. Il bene, che apparteneva allo ‘ndranghetista Sebastiano Nocera, verrà recuperato e riqualificato per ospitare gli uffici e gli alloggi del personale della Guardia di Finanza.

    “Il progetto – si legge in una nota stampa -, presentato dalla Guardia di Finanza (reparto tecnico-logistico-amministrativo della Calabria), ha un grandissimo valore simbolico, visto che consentirà ai militari che combattono le infiltrazioni della criminalità organizzata nel settore economico di insediarsi proprio in quella che fu la casa di un esponente della criminalità organizzata locale”.

    L’edificio è situato in via Crocevia Borrace ed è composto da cinque piani fuori terra e una corte esterna. Le Fiamme Gialle ampliano così il raggio d’azione del Gico, il gruppo della Guardia di Finanza che si occupa, ad esempio, delle infiltrazioni criminali negli appalti pubblici, comunitari e nazionali e del riciclaggio di denaro “sporco”.

    Ricerca personalizzata