Annette Larkins: “the ageless woman”, la donna che non invecchia mai

L’elisir d’eterna giovinezza esiste, e sarebbe pure gratis. Proprio così. Non è l’intro di un film fantasy e non stiamo parlando di nessun patto col diavolo di faustiana memoria, o di strani intrugli alchemici, ma di qualcosa che abbiamo sempre avuto a portata di mano, e che addirittura spesso ci piove dritto in testa. O almeno, questo è quello che afferma Annette Larkins, 71enne signora statunitense, che non dimostra neppure ad un’attenta occhiata critica più di 50 anni, e che per questo si è guadagnata l’appellativo di “ageless woman“, ossia donna senza età, che non invecchia mai.

La signora Larkins, garantisce di non esser mai ricorsa alla chirurgia estetica e di non aver sfruttato altri moderni marchingegni contro l’invecchiamento della pelle. Eppure, anche la sua folta capigliatura appare di un colore castano omogeneo. Non soffre di alcuna malattia, e non prende mai medicinali di nessun genere. Anzi, piuttosto soddisfatta, ha ammesso a chi l’ha intervistata di sentirsi piena di energie, tanto che se ne potesse vendere, oggi sarebbe miliardaria. Ma qual è il segreto di questa eterea signora afroamericana? No, non si nutre di hamburger McDonald’s che non ammuffiscono mai, trasferendo su di lei le loro proprietà conservanti, tutt’altro!

Pur essendo moglie di un uomo che per decenni ha gestito una macelleria, Annette segue dal 1960 una rigidissima dieta vegana e soprattutto crudista. La donna, infatti, si alimenta quasi esclusivamente di frutta, fresca e secca, verdura, succhi di frutta, semi di soia e noci, che coltiva personalmente nel proprio giardino, senza l’uso di pesticidi o composti chimici. Ma il particolare più curioso riguarda l’idratazione e la fontana della giovinezza: la signora beve infatti acqua piovana, che raccoglie in una capiente fontana del suo giardino. Al contrario, il marito Amos – che segue un regime alimentare opposto al suo – soffre di diabete e di ipertensione e viene spesso scambiato per suo padre, pur essendo di 16 anni più giovane.

L’esperienza e i risultati raggiunti da Annette, avvalorano ulteriormente gli studi di alcuni scienziati sullo spettro emesso dal campo magnetico dagli alimenti crudi e biologici, rilevati attraverso la fotografia Kirlian. Una specie di aurea energetica infatti, si manifesta come maggiore attraverso le lastre ai raggi X effettuate sui prodotti, proprio negli alimenti crudi anziché nei cibi cotti o a produzione industriale. Per chi fosse interessato all’argomento, Annette ha scritto anche un libro sulla sua alimentazione e cura diverse rubriche all’interno di riviste dedicate alla salute, in americano ovviamente. Quindi, prendiamo esempio dalla signora Larkins. Anche se la dieta non dovesse funzionare, avreste sicuramente evitato tutte le rughe dovute ad ore e ore passate dietro i fornelli.

Ricerca personalizzata