Questo Anomaly: Warzone Earth sviluppato da 11 Bit Studios per XBLA (Xbox Live Arcade) ha come idea di fondo il classico Tower Defense, un’idea  che può rivelarsi abbastanza trita e di poco impatto se non sviluppata bene e con un certo spirito di rinnovamento.

Cosa dovremo difendere? La città di Bagdad e Tokio da un attacco alieno che arriverà sulla terra con tanto di dischi volanti, purtroppo questo è un elemento da sottolineare: la trama non è particolarmente innovativa, anzi c’é giusto il pretesto per avviare una campagna. Il Plotone Quattordici, un’unità militare specializzata che dovremo guidare in prima persona per mettere fine a questo conflitto, è il “protagonista” della storia.

La storia si dipanerà in quattordici missioni in cui dovremo governare strategicamente i mezzi a nostra disposizione per bloccare l’avanzata aliena. All’inizio di ogni missione al giocatore verrà data l’opportunità di comprare un massimo di sei mezzi scegliendo la combinazione più adatta all’occasione.  Il giocatore non ha controllo diretto sui mezzi, ma può gestire il suo spostamento e le tattiche da attuare tramite il capitano, una sorta di supersoldato che sarà in grado anche di attivare la riparazione dei mezzi o attirare gli attacchi dei nemici su di un convoglio specifico. Ovviamente più mezzi, torrette e alieni sconfiggeremo maggiore sarà la quantità di denaro accumulata che potremo spendere per mezzi e comodi upgrade.

Dal punto di vista tecnico Anomaly: Warzone Earth si attesta su ottimi livelli, la veste grafica supporta a pieno il marasma di truppe ed esplosioni che si susseguono e si mischiano su schermo regalando al videogiocatore un ottimi feedback.