Ormai si sa, Apple è sinonimo di innovazione. Negli anni la storica società di Cupertino ci ha abituati bene sorprendendoci ogni volta con qualcosa di nuovo, iniziando dalla potente rivoluzione giunta sotto il nome di ipod e continuando con portatili ultra sottili, ipad, orologi in grado di interagire con i telefoni e con i battiti dei nostri cuori, e via dicendo.

Oggi la rivoluzione alla quale pare stiano lavorando è legata al mondo delle automobili e, andando più nello specifico, al progetto di auto autonoma. Un sogno che vede la Apple in gara con altri marchi noti come Google, Bmw, Tesla e non solo.

Ma andiamo più nello specifico. Il progetto in questione, il cui nome in codice è Project Titan, sembra aver ricevuto proprio nei giorni scorsi l’ok dalla motorizzazione della California (Department of motor Vehicles) per una serie di test sull’auto a guida autonoma. Permesso esteso a tre Lexus RX e a sei guidatori. Una novità che va ad aggiungersi alle indiscrezioni accumulate fino ad oggi e secondo le quali il progetto, inizialmente partito con mille ingegneri, si era poi andato ridimensionato strada facendo. Al momento non si sa ancora se l’idea della Apple riguardi una macchina in grado di guidarsi da sola o un software da applicare su veicoli di terze parti.

Quello che è certo è che il tanto discusso Projec Titan non è affatto morto ed, anzi, ha da poco fatto un altro grande passo verso la sua realizzazione.

A capo del progetto c’è Bob Mansfield, noto agli amanti della mela per i grandi successi ottenuti con MacBook Air, iMac ed iPad. In Apple dal 1999, Mansfield era una delle figure di cui Steve Jobs sembrava fidarsi.

Fonte immagini: Ansa.it