Atp Finals Londra: Djokovic sa solo vincere, Nadal facile con Ferrer

Il grande tennis approda alla O2 Arena per l’Atp Finals Londra e lo fa regalando subito grande spettacolo. Nel match serale della seconda giornata, Novak Djokovic ha superato in tre set Roger Federer, dopo una partita di rara bellezza, confermando di essere il giocatore da battere del momento. Lo svizzero in una delle sue migliori performance stagionali, ha lottato con orgoglio e caparbietà facendo vedere a tratti un tennis eccelso, ma niente ha potuto nel terzo parziale, quando il serbo ha dato la spallata decisiva all’incontro aggiudicandoselo in 2 ore e 23′ col punteggio di 6-4 6-7 6-2. Per Nole è il diciottesimo successo di fila, dopo le vittorie nei tornei di Shanghai, Pechino e Parigi-Bercy qualche giorno fa, il quindicesimo di 31 match contro Federer.

Nell’altro incontro di giornata, Rafa Nadal ha superato in due set nella rivincita della semifinale di Bercy, David Ferrer, apparso stanco e svogliato dopo le fatiche francesi. Il maiorchino, seppur lontano dalla sua miglior forma, ha tenuto in mano le redini dell’incontro dall’inizio alla fine, costringendo spesso l’avversario all’errore negli scambi da fondo campo. 6-3 6-2 in un’ora e 14′ e il nipote di Toni può archiviare la pratica, lanciandosi in testa nel girone A del torneo.

Gruppo A che ha visto nella giornata inaugurale di lunedì, la vittoria un po’ a sorpresa di Stanislas Wawrinka ai danni di Tomas Berdych. L’elvetico, all’esordio in carriera nel Master di fine stagione, ha avuto la forza di girare a proprio favore i punti decisivi del terzo set, avendo la meglio del ceco, apparso troppo vulnerabile da fondo campo, con il punteggio di 6-3 6-7 6-3 in due ore e ventotto minuti di gioco.

Vittoria al terzo anche per Juan Martin Del Potro che ha dovuto soffrire più del previsto contro Richard Gasquet, in vantaggio di un set. 6-7 6-3 7-5 e l’argentino è salito al comando del gruppo B.

Ad aprire il programma di oggi alle ore 13 la sfida Nadal-Wawrinka, mentre alle 17 si affronteranno Ferrer e Berdych. Pronostico a senso unico per il mancino spagnolo, in vantaggio negli scontri diretti per 11-0. Equilibrio invece nel secondo match, con entrambi chiamati al riscatto dopo le sconfitte all’esordio.

Ricerca personalizzata