Champions League preview: che spettacolo City-Barcellona

Tutti la vogliono, tutti la sognano. Stasera riparte la corsa alla coppa più ambita e desiderata al mondo: la Champions League.
Il sorteggio si è divertito nel mettere contro sin dagli ottavi due squadre favorite per la vittoria finale: Manchester City e Barcellona.

Anni fa non ci sarebbe stata partita, visto il dominio europeo dei catalani e le prestazioni scadenti dei Citizens al di fuori dei confini nazionali tuttavia quest’anno la musica potrebbe essere ben diversa.
Con Pellegrini in panchina e grazie all’esperienza maturata nelle scorse edizioni, il Manchester City sembra aver finalmente preso le misure con la Champions League ed arriva alla fase ad eliminazione diretta in ottima forma, dopo aver conquistato ben 15 punti nella fase a gironi, conclusa alla pari con i campioni in carica del Bayern Monaco.
L’incognita più grande è rappresentata dall’infortunio del Kun, Sergio Aguero, l’attaccante più decisivo dei Citizens. La sua assenza peserà come un macigno per gli schemi offensivi dei padroni di casa, che perdono così il loro miglior realizzatore. Il sostituto del genero di Maradona sarà con ogni probabilità Jovetic, tornato al goal contro il Chelsea e smanioso di allontanare le critiche piovute in questi primi mesi in Inghilterra. Pellegrini dovrà poi fare i conti con la squalifica di Nastasic che verrà sostituito da Demichelis, favorito su Lescott.
Per quanto riguarda il Barcellona pochi dubbi per il Tata Martino che recupera sia Messi, al quale verrà affidato l’attacco blaugrana visto il buon momento di forma, che Neymar Jr, che si accontenterà di partire dalla panchina. Il cileno Alexis Sanchez è in ottima forma e potrebbe rivelarsi una micidiale arma in contropiede. Contropiede? si, avete letto bene perchè i catalani hanno abbandonato il famoso tiki-taka per far spazio ad un gioco veloce basato sulle verticalizzazioni.
Gli ingredienti per una bellissima ed incertissima partita ci sono tutti. La parola passa al campo.

MANCHESTER CITY (4-2-3-1): Hart; Zabaleta, Kompany, Demichelis, Clichy; Tourè, Fernandinho; Nasri, Jovetic, Silva; Negredo. All. Pellegrini

BARCELLONA (4-3-3): Valdes; Dani Alves, Piquè, Mascherano, Alba; Xavi, Busquets, Iniesta; Sanchez, Messi, Pedro. All. Martino

Completa il programma di questo martedì europeo la sfida tra Bayer Leverkusen e Paris Saint German.
Inutile specificarlo, i francesi sono necessariamente i favoriti per il passaggio del turno ma si giocheranno molto nella partita di questa sera, fuori casa. Sarà fondamentale segnare per poter poi gestire il tutto al Parco dei Principi, feudo casalingo dei parigini. Far goal non dovrebbe essere un problema quando si ha in squadra un eterno Zlatan Ibrahimovic, autore di otto reti in sole sei partite disputate.
Zlatan farà di tutto per non far sentire l’assenza di Cavani, fermo ai box a causa di un infortunio. Probabile quindi un tridente tutto “italiano” con Lavezzi e Pastore alle spalle dell’attaccante svedese. Il Leverkusen invece non vive di certo il suo momento migliore dopo l’eliminazione dalla coppa di Germania e la sconfitta contro lo Schalke in campionato. Dopo una partenza a razzo le fatiche di stagione, complici anche qualche infortunio di troppo come quello di Can e Derdyock, iniziano davvero a farsi sentire. Sarà importante costruire in casa le basi per questa qualificazione ai quarti di finale, qualificazione che risulterebbe davvero un’impresa se si guarda al netto divario nel monte ingaggi e nel saldo calciomercato.

BAYER LEVERKUSEN (4-3-3): Leno; Donati, Spahic, Toprak, Boenisch; Bender, Rolfes, Castro; Sam, Kiessling, Son. All. Hyypia

PARIS SAINT GERMAIN (4-3-3): Sirigu; van der Wiel, Thiago Silva, Alex, Maxwell; Verratti, Thiago Motta, Matuidi; Pastore, Ibrahimovic, Lavezzi. All. Blanc

La Champions League ha spesso sovvertito i pronostici, regalandoci emozioni e sorprese. Sognare è lecito perchè, che sia in discesa o in salita, la strada per Lisbona è lunga uguale per tutti..Welcome back Champions League.

Ricerca personalizzata